Rita Rusic parla per la prima volta del dramma di Cecchi Gori: "Dopo averlo visto imbottito di farmaci ci siamo riavvicinati"

Celebrità

December 3, 2018 13:22 By Fabiosa

Vi avevamo parlato di lei per il suo invidiabile corpo da ragazzina.

Ma Rita Rusic ha molte cose da raccontare della sua avventurosa vita e soprattutto del suo rapporto con l'ormai ex marito, il produttore cinematografico Vittorio Cecchi Gori.

Un amore nato quando Rita, ancora giovanissima, muoveva i primi passi nel mondo del cinema. Come si legge su GossipBlog, la donna ha raccontato:

LEGGETE ANCHE: Fedez piange durante la sua promessa. Le sue parole sciolgono il web e commuovono tutti!

Vittorio ci provò subito: ‘Se vuoi fare l’attrice ti devi far vedere con un produttore - mi disse - devi venire a Buenos Aires con me.

Questo primo incontro ha anche un risvolto comico, come continua a raccontare Rita: 

LEGGETE ANCHE: Un senzatetto invitato a un matrimonio ha presentato alla coppia di sposini il regalo più dolce possibile

Pensai: "Ammazza che furbo questo!" Quel giorno presi anche il caffè, ma dato che sono allergica cominciai ad avere l’affanno. Lui mi guardava come per dire "Guarda che effetto che gli faccio."

Poi ci fu il difficile rapporto con la madre di Vittorio, che non sembrava accettare la nuova compagna del figlio, tanto che riusciva a far sentire un'estranea indesiderata l'allora giovane nuora:

La madre non mi permetteva di avere niente appeso (nell'armadio, n.d.r.) Tenevo i vestiti in valigia e solo quando usciva potevo farmi stirare qualcosa. Quella casa era un altro collegio, un altro campo profughi.

Ma l'arcigna suocera non era l'unica gatta da pelare della giovane Rita. Il suo futuro marito soffriva infatti di una gelosia patologica, tanto da telefonarle più volte al giorno per controllare che non fosse uscita di casa!

LEGGETE ANCHE: Il mistero della nuova fidanzata di Flavio Briatore, arriva la smentita sul suo Instagram, sarà vero?

Il maggiordomo mi diceva: "Ha telefonato il Signorino Vittorio’ e io: ‘Di nuovo? E che cosa voleva?" "Sapere se era a casa". Se non c’ero lui faceva contare le mie valigie per assicurarsi che non me ne fossi andata.

Nonostante tutto, però, l'amore tra i due prevale e finalmente si arriva al giorno del matrimonio, nel 1983. L'unione durerà ben 17 anni. Ma la Rusic ebbe un brutto sospetto il giorno della cerimonia, perché le successe un bizzarro incidente: 

Durante il ricevimento successe una cosa strana: mi si spezzò in due il tacco dalla scarpa. Lo presi come un presagio.

Ma dopo tanti anni di separazione e litigi, Rita racconta di aver riscoperto l'emozione che la lega indissolubilmente al suo Vittorio, nonostante tutto:

Quello che mi ha colpito di più quando era in rianimazione imbottito di farmaci, erano le cose che diceva. Senza senso per gli altri, che però io capivo, perché sono la testimone storica del suo passato. Quando lui parla con me, si sente a casa. Poi ha le sue amichette, la sua vita, come io la mia. Ma la cosa bella è che nonostante il rapporto orribile che c’è stato dopo la separazione, abbiamo recuperato la capacità di comunicare. Inoltre c’è qualcosa di profondo che ci lega: il futuro dei nostri due figli.

Davvero un affetto sincero, che è riaffiorato dopo un momento davvero doloroso e drammatico, che ha fatto capire a Rita l'importanza delle loro esperienze condivise, nel bene e nel male come in ogni matrimonio vissuto appieno.

LEGGETE ANCHE: Tina Cipollari ingrassata di diversi chili! Ma un'amica rivela: "Non è incinta, ha avuto dei problemi" Ecco tutta la verità

 

Cosa ne pensi di questo rapporto ritrovato dopo tanti anni di lontananza? Accelo sapere nei comment e ricorda di condividere con gli amici!