FAMIGLIA E BAMBINI

Soprannominato "super-umano" un bambino di 7 anni si è sottoposto ad un trapianto di cinque organi con molto successo!

April 26, 2018 15:43

Conoscete la storia del bambino “super-umano”

Tutti noi riusciamo ad essere “super” qualche volta durante la nostra vita. Ci sono tante le sfide a cui dobbiamo far fronte ed è necessario avere il coraggio per andare avanti con successo anche nei momenti difficili. Tuttavia, ci sono alcuni che diventano protagonisti di storie davvero eccezionali che ci aiutano a pensare sulla propria vita e quanto dobbiamo apprezzare tutto ciò che c’è intorno a noi.

Il suo nome è Jay Crouch, e a soli 7 anni ha ricevuto 5 organi durante un intervento che è durato circa 11 ore. Come mai un bambino della sua età riesce a sopravvivere dopo un intervento del genere? Decisamente, non solo è stato un bimbo coraggioso ma il destino ha deciso di offrire lui una seconda possibilità.

Katie Freestone / Facebook

La mamma, Katie Freestone, era molto grata con la famiglia del bambino che ha donato i cinque organi, anche se dentro era molto triste a causa della perdita di un altro bambino che, a quanto pare, era molto più piccolo di Jay. Tuttavia, grazie a lui suo figlio è stato salvato e oggi ha la possibilità di vivere una vita normale e lunga, con un po’ più di fortuna.

Katie sospettava che ci fosse qualcosa che non andava bene con il suo piccolo poiché era molto difficile per lui mangiare ed andare in bagno essendo ancora un neonato. Poco tempo dopo, però, ha ricevuto una notizia che ha fatto crollare il suo mondo. A sole sei settimane i medici del Kettering General Hospital sono rimasti perplessi dopo di scoprire che il bambino era gravemente malato.

Katie Freestone / Facebook

In un’occasione hanno dovuto chiamare un’ambulanza per portare il bambino verso l’ospedale visto che i sintomi erano davvero spaventosi: Jay stava per morire. I medici hanno fatto degli analisi della meningite, ma non hanno individuato un problema intestinale. Purtroppo, dopo alcune ore il bambino ha avuto un arresto cardiaco e la sua vita era a rischio, ma dopo 4 ore è riuscito ad essere stabilizzato e trasferito al Leicester Royal Infirmary. Proprio lì hanno scoperto cosa stava succedendo.

L’intestino tenue di Jay era morto. Il trattamento per salvare la vita del bambino è cominciato subito dopo. È stato sottoposto a nutrizione attraverso le vene visto che non era in grado di mangiare né bere. Inoltre, l'insufficienza renale è stata una delle gravi conseguenze.  

Il processo di alimentazione del bambino ha distrutto il suo fegato, quindi, nell’estate 2016 hanno deciso di inserire Jay nella lista dei trapianti, per cui hanno dovuto aspettare 15 mesi prima di ricevere la telefonata.

Per quanto riguarda l'intestino, il donatore doveva essere un bambino più piccolo di Jay, poiché era necessario mettere tutto l’intestino tenue all’interno. Negli ultimi mesi i reni di Jay stavano davvero lottando, quindi, senza trapianto il bambino probabilmente avrebbe perso la battaglia.

Katie Freestone / Facebook

Un giorno, Katie ha ricevuto la telefonata così attesa, e anche se era felice per il suo bambino, ha pianto per il piccolo bambino che se n’è andato. Lei voleva davvero ringraziare i genitori, ma ha deciso di aspettare visto che come madre sa i sentimenti che potrebbe suscitare la perdita di un bambino.

Finalmente, Jay si è stato sottoposto ad un intervento multi-trapianto che è finito con successo. In totale ha ricevuto due nuovi reni, un fegato, un intestino tenue e un pancreas da un singolo donatore.

Il bambino è stato dimesso dall’ospedale pediatrico di Birmingham il 23 aprile dopo quattro settimane, e divenne in questo modo il primo bambino dopo 20 anni a sottoporsi ad un intervento del genere. La Freestone si è detta stupita dall’evoluzione del bambino per quanto riguarda l’intervento e la successiva guarigione:

Sapevamo quanto fosse fantastico e pensavamo che tutto andrebbe bene, ma inizialmente ci è stato detto che sarebbe rimasto in ospedale per un periodo molto più lungo, alcuni mesi, ma in realtà sono passate solo circa quattro settimane, quindi tutti siamo stupiti!

Katie Freestone / Facebook

Gli organi sono stati attaccati all’aorta di Jay nel suo stomaco, apportando al bambino sangue dal cuore. Il sangue è tornato al cuore attraverso la vena che usciva dal suo fegato. Inoltre, l’intestino tenue è stato attaccato all’intestino. Tutto ciò che dovevano fare era aspettare.

Secondo Katie, il chirurgo del trapianto, Khalid Sharif, ha sostenuto che c’erano due connessioni dal punto di vista del vaso sanguigno. Un'arteria fornisce il sangue a tutti e gli organi ed una vena ne prende il sangue.

Da un altro canto, il nonno di Jay, Tony Freestone di 58 anni, scherzava sul fatto di dare a suo nipote qualcosina da mangiare. Il bambino ha festeggiato la possibilità di mangiare per la prima volta con una fetta di pane imburrato.

Per Katie, il trapianto del suo bimbo è stato un miracolo e lei non può fare un’altra cosa che ringraziare tutti coloro che hanno aiutato in qualche modo a portare avanti con successo tutto il processo:

Non posso esprimere veramente la mia gratitudine. Non ci sono parole che possa dire. Tu puoi dire ‘grazie’ ma questo non è abbastanza.

Per finire, la mamma ha ringraziato un’altra volta per gli organi donati:

Senza gli organi, Jay non sarebbe sopravvissuto, quindi è così importante. Non c'è nulla che potrei dire per esprimere la mia gratitudine.

Ora Jay ha una nuova vita e sicuramente sempre troverà il tempo per ringraziare in qualche modo l’angelo che ha salvato la sua vita!

LEGGETE ANCHE: "Mamma, dobbiamo fare qualcosa!" Madre e figlia hanno deciso di cambiare il proprio stile di vita in soli 100 giorni!

Fonte: SWNS