Hostess 23enne sacrifica la sua vita per salvare 300 persone: la storia di Neerja Bhanot

Ispirazione

February 19, 2019 17:34 By Fabiosa

Lavorare come assistente di volo sembra eccitante ed interessante: bella divisa, voli internazionali, celebrità in viaggio, ecc. Tuttavia, implica anche una grande responsabilità, perché ogni volo potrebbe essere l'ultimo.

Matej Katelick / Shutterstock.com

Neerja Bhanot ha lavorato nel campo dell'aviazione per diversi anni. È nata nel settembre 1963 a Mumbai (India), ha ricevuto un'ottima educazione e ha lavorato come modella per un periodo. La sua carriera di hostess è iniziata nel 1985 con la Pan American World Airways. Neerja era parte di un equipaggio di soli hindi.

LEGGETE ANCHE: Una mamma indignata racconta che al suo bimbo è stato vietato di piangere su un volo in business class

Il 5 settembre 1986, appena due giorni prima del suo 24esimo compleanno, Bhanot stava lavorando come responsabile dell'equipaggio di un volo. Durante un breve scalo in un aeroporto in Pakistan, il velivolo è stato sequestrato da dei terroristi.

Neerja è riuscita ad avvisare i piloti e gli ingegneri, che sono riusciti a scendere dall'aereo, mentre lei controllava la situazione da bordo. Inoltre, ha fatto iniziare l'evacuazione dei passeggeri. Ha fatto tutto il possibile per impedire che il mezzo, con 360 persone a bordo, decollasse. Purtroppo, ha ricevuto un colpo di arma da fuoco a distanza ravvicinata prima che riuscisse ad abbandonare la cabina assieme ai colleghi.

Bhanot è stata premiata postumamente varie volte, ed è anche stato istituito un premio in suo onore. Viene tutt'ora descritta come una ragazza gentile, un'ottima amica e una lavoratrice instancabile.

LEGGETE ANCHE: Perché i piloti non possono portare la barba? Fatti interessanti sull'aviazione che quasi nessuno ha mai sentito

Questa storia non è solo tragica, ma anche educativa. In caso di attacco terroristico su un aereo, sapreste come agire? Ecco alcuni consigli da seguire:

  1. Scegliete voli diretti o itinerari sicuri.
  2. Cercate di passare inosservati – usate vestiti e valigie che non attirino l'attenzione.
  3. Prima della partenza, rimanete nelle aree sicure dell'aeroporto.
  4. State all'erta e riportate immediatamente atteggiamenti sospetti da parte dei passeggeri.
  5. Assicuratevi che nessuno ascolti le vostre conversazioni.
  6. Non condividete con sconosciuti dettagli personali o di viaggio.
  7. Elaborate un vostro piano di fuga e rivolgetevi solo a persone fidate.

Se non riuscite ad evitare il pericolo, dovreste:

  • restare calmi;
  • seguire le istruzioni dell'equipaggio e dei soccorritori;
  • prestare soccorso ai feriti;
  • non usare dispositivi elettronici, così da non attirare l'attenzione;
  • tenere calmi gli animali, qualora fossero presenti a bordo.

Neerja Bhanot non è l'unica hostess ad essersi sacrificata per il bene altrui. Anche se i voli del giorno d'oggi sono diventati più sicuri, vale la pena sapere come comportarsi in caso di emergenza.

LEGGETE ANCHE: Ecco perché gli assistenti di volo non bevono tè o caffè a bordo (e vi consigliano di fare altrettanto)