NOTIZIE

Scandali della Chiesa cattolica: l'ex-arcivescovo di Washington accusato di pederastia e altri casi

July 8, 2018 16:05

Theodore McCarrick, l’ex-arcivescovo di Washington DC, Stati Uniti, è stato sospeso dal suo incarico e aspetta nuove sanzioni dopo che la gerarchia della Chiesa ha ricevuto una denuncia per abuso sessuale che lo coinvolgeva; McCarrick fu anche cardinale della chiesa. La denuncia afferma che l’ex-arcivescovo abusò di un minore quando era sacerdote. Lo stesso papa Francesco ordinò che McCarrick fosse sospeso, ma pur mettendosi a disposizione del pontefice, l’ex-arcivescovo non accettò la denuncia.

gettyimages

Gli esperti di legge ecclesiastica ratificarono che la denuncia era “verosimile e con fondamenti”.

Intorno al mondo:

Non è la prima volta che la chiesa cattolica affronta questo tipo di problemi e accuse di pedofilia tra i suoi sacerdoti. Questi sono alcuni degli eventi con più risonanza a livello mondiale, in aggiunta al recente evento di Washington DC:

Italia

Nella nazione che ospita il Vaticano si sono compiuti terribili abusi sessuali da parte del clero. Risalta la vicenda di Pierino Gelmini, di 85 anni, sacerdote che abusò di 12 giovani che erano in riabilitazione per consumo di droghe. Fu anche molto sentita la storia dell’Istituto per sordi "Antonio Provolo", dove, tra il 1950 e il 1980, decine di non udenti confermarono di essere stati abusati quando erano appena bambini. Altri 24 sacerdoti furono accusati in un’altra ricerca indipendente.

Spagna

Ci sono indagini in corso su membri di gruppi cattolici e accuse formali contro monaci carmelitani e fratelli francescani.

Stati Uniti

Nelle ultime decadi, la Chiesa cattolica degli Stati Uniti è stata molto colpita dagli scandali di abusi sessuali. Negli anni Novanta, due sacerdoti di Boston furono ritenuti colpevoli di abusi sessuali, ma nella decade successiva la situazione si rivelò più complessa: una indagine mostrò che più di 4000 sacerdoti erano stati accusati di abuso negli ultimi 50 anni, coinvolgendo più di 10 mila bambini. Molte vittime hanno anche detto che il Vaticano e il papa non hanno fatto niente per evitare la situazione, pur conoscendo il problema.

In altri paesi come Austria, Germania, Svizzera, Olanda, Irlanda, Belgio e molti paesi del continente americano sono stati riportati centinaia di casi di abuso sessuale da parte del clero cattolico. È un problema generalizzato e diffuso in quasi tutti i paesi in cui è presente la Chiesa.

È tutto vero o ci sono alcuni miti che sono stati ripetuti tante volte da diventare virali?

Il problema degli abusi sessuali nella Chiesa cattolica è serio. Senza dubbio, con ciò siamo portati a pensare che la maggior parte dei sacerdoti siano pedofili, pederasti o abusatori; ma questo non è vero.

Negli Stati Uniti, il 4% del clero è stato coinvolto in qualche accusa, una percentuale non molto superiore a quella di altri gruppi ecclesiastici o, in generale, di uomini non appartenenti ad alcuna religione. La questione è che gli scandali all’interno della Chiesa sono più rilevanti per la posizione morale che la stessa Chiesa ha imposto sulle relazioni sessuali.

Un’altra questione da chiarire su questi miti comuni è che gli abusi sessuali non hanno niente a che vedere con il celibato dei sacerdoti. Gli impulsi sessuali indebiti contro i minori non hanno niente a che fare con l’astinenza.

Luis Louro / Shutterstock.com

Allo stesso modo, questi abusi sessuali non hanno a che fare con l’omosessualità. L’omosessualità è l’attrazione per qualcuno del proprio sesso, non per minori.

Conclusioni

Gli abusi sessuali verso i minori sono, tristemente, un problema che l’umanità deve affrontare in maniera generalizzata. Questo significa che gli abusi nella Chiesa cattolica, anche quando sono totalmente condannabili, non hanno niente di diverso dagli abusi perpetrati in altri ambiti: scuole, gruppi sportivi, luoghi di ricreazione per bambini, parchi, ecc. Incolpare la religione in sé serve a risolvere il problema.

È importante ricordarsi che tutti gli esseri umani sbagliano, e talvolta sbagliano facendo cose orribili. Tutte le persone, religiose o meno, devono ricordarsi che riporre la propria fiducia in modo totale in qualcun altro potrà sempre portare a qualcosa di male, poiché noi esseri umani siamo così, sbagliamo per natura ogni giorno, in modi insignificanti o in modi più dannosi, ma sono comunque sbagli. Come disse lo stesso Gesù di Nazaret, secondo le scritture: Colui che è libero dal peccato, scagli la prima pietra.

Fonte: Psychology Today, BBC, Mundo Hispánico