FAMIGLIA

Una madre distrutta condivide la storia di suo figlio e le conseguenze del suo "allattamento insufficiente"

March 15, 2019 22:54

Una madre distrutta ha condiviso la tragica storia di suo figlio, morto di fame dopo essere stato alimentato esclusivamente con il latte materno. Jillian Johnson ha deciso di aprire il suo cuore e raccontare la dolorosa perdita del suo bimbo, Landon, che quest'anno avrebbe festeggiato il suo sesto compleanno; ma l'allattamento insufficiente non gliel'ha permesso e ora il rimpianto della donna è che "se gli avessi dato un biberon, sarebbe ancora vivo”.

jarrodandjillian / YouTube

La donna avrebbe voluto condividere la storia di quanto accaduto al suo bambino già da molto tempo, ma aveva sempre temuto ciò che avrebbe detto la gente e il modo in cui sarebbe stata giudicata. Tuttavia, il suo desiderio di avvertire altre madri circa questa dolorosa esperienza è stato più forte della sua paura. 

jarrodandjillian / YouTube

LEGGETE ANCHE: Cacciata dal ristorante per come è vestita, donna incinta esprime tutta la sua rabbia

Jillian confessa che lei e suo marito, Jarrod, si erano preparati molto per accogliere il loro figlio. Tutti i libri che avevano letto e tutte le lezioni a cui avevano assistito sottolineavano l'importanza dell'allattamento per poter avere un bambino sano. 

Landon è nato tramite parto cesareo in un ospedale di medici gentili, che hanno spiegato alla madre l'importanza del latte materno come fonte di alimentazione, a meno che fosse impossibile somministrarlo per ragioni mediche. La donna ricorda quel momento:

Landon era sempre attaccato al mio seno. Gli specialisti in allattamento sono venuti a verificare che tutto andasse bene, ma una di loro ha accennato al fatto che avrei potuto avere un problema nella produzione del latte.

jarrodandjillian / YouTube

La spiegazione è una diagnosi di sindrome dell'ovaio policistico, dato che è più difficile che donne con disturbi ormonali possano produrre latte. Il medico ha raccomandato allora di assumere alcune erbe, quando fosse uscita dall'ospedale. Una volta a casa, nonostante Jillian lo allattasse, Landon non smetteva di piangere, ma lei credeva che fosse normale.

Sapete che i neonati non devono piangere sempre? Devono mangiare, dormire e sporcare il pannolino, ma non avevo idea che piangesse inconsolabilmente perché stava letteralmente morendo di fame.

La madre ha portato il bambino in ospedale, dove è emerso che il piccolo aveva perso il 9,7% del peso con cui era nato. Nessuno si è preoccupato della cosa, dato che la sua alimentazione si basava esclusivamente sul latte materno. Tuttavia, dodici ore dopo, il piccolo è deceduto per un arresto cardiaco dovuto a disidratazione. Jillian ricorda il miglior consiglio ricevuto dopo, quando ormai era troppo tardi: 

Sì, il latte materno è il migliore, ma devi supportarlo con un biberon di latte, dopo aver allattato. Così sai che il tuo bambino ha mangiato a sufficienza.  

jarrodandjillian / YouTube

LEGGETE ANCHE: Sono la famiglia più bassa della Gran Bretagna: il nanismo non impedisce loro di avere il secondo figlio

Il più grande desiderio di Jillian è quello di poter tornare indietro nel tempo e dare al suo piccolo un biberon dopo ogni poppata. Inoltre, confessa di aver vissuto giornate piene di domande e un gran senso di colpa, ma ha deciso che la cosa migliore che potesse fare fosse condividere la sua storia per mettere in guardia future madri ed evitare che sperimentino il suo stesso dolore.

jarrodandjillian / YouTube

L'esperta di allattamento Clare Byam-Cook aiuta le neomamme a stare aggiornate sul tema dell'allattamento dei bambini, perché esistono molti miti al riguardo, che possono portare a tragedie come questa.

La morte di neonati e bambini a causa dell'allattamento esclusivo insufficiente si verifica quando il bambino riceve così poco latte dal seno materno che la carenza di calorie e fluidi gli fanno perdere una quantità eccessiva di peso e lo rendono gravemente disidratato. Se l'allattamento va bene, la madre può sentirsi totalmente sicura di attenersi esclusivamente ad esso; ma se è evidente che il bambino non riceve abbastanza latte, la madre non deve sentirsi male né in colpa per il fatto di somministrare un biberon al suo bambino.

jarrodandjillian / YouTube

Un problema comune

Anche se la maggioranza delle madri riesce ad allattare senza problemi, i casi come quelli di Jillian sono più comuni di quanto si pensi.

È successo anche a Mandy Dukovan, che pensava di poter alimentare il figlio Brock sono con il latte materno; col passare dei giorni, si è accorta che il piccolo non cresceva e che aveva aumentato solo di qualche grammo il suo peso. Una volta contattati i medici, la donna ha scoperto che il neonato non riceveva cibo a sufficienza e che era perennemente affamato.

Anche Cynthia ha avuto un'esperienza simile. Ha partorito in una struttura che promuoveva l'allattamento al seno ma nessuno le ha spiegato che avrebbe dovuto arricchire l'alimentazione del figlio anche con del latte in polvere.

KieferPix / Shutterstock.com

Per fortuna, Mandy e Cynthia hanno avuto più fortuna di Jillian e i loro piccoli sono riusciti a recuperare e crescere sani. Tuttavia, tutte queste donne si sono chieste: cosa sta accadendo all'allattamento naturale?

Come capire se un bebè non sta mangiando a sufficienza?

In generale, quando l'allattamento al seno non basta, si possono seguire delle semplici regole per capire se c'è qualcosa che non va:

Nina Buday / Shutterstock.com

  • A volte, il piccolo non riesce a succhiare il latte, quindi il seno smette di produrre l'alimento necessario alla sua crescita.
  • Può anche accadere che il neonato non faccia poppate a sufficienza: ricordate di alimentarlo ogni 2 o 3 ore, in modo che riceva la quantità necessaria e il seno venga stimolato a produrre più latte.
  • Fategli succhiare da un seno per circa 10 minuti, poi passare all'altro.

Evgeny Atamanenko / Shutterstock.com

Se per qualche motivo non riuscite a rispettare queste 'regole', rivolgetevi ad un pediatra che possa consigliarvi la routine migliore per risolvere il problema dell'alimentazione del neonato.

spass / Shutterstock.com

E se il piccolo mangia ogni 2 o 3 ore ma non cresce e ha sempre fame, consultate un medico affinché vi indichi un trattamento specifico e/o vi consigli di somministrargli anche latte in polvere.

fizkes / Shutterstock.com

Senza dubbio, questa storia, per quanto sconvolgente, è illuminante per centinaia di madri che vivono questa esperienza per la prima volta. Se questo è il tuo caso e non sai se il tuo bambino sta ricevendo tutto il latte di cui ha bisogno, consulta il tuo medico di fiducia perché visiti il tuo bambino e confermi che tutto stia andando bene.

LEGGETE ANCHE: Compagnia aerea si rifiuta di far imbarcare un giovane padre con il suo neonato: un'anziana salva la situazione


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.