Il profondo significato dietro la decisione del principe Harry di indossare una fede nuziale

Meghan e Harry sono ormai sposati dal 19 maggio del 2018, e da quel meraviglioso giorno il marito dell'ex attrice non si è mai tolto la fede nuziale.

gettyimages

Secondo le regole reali inglesi, i principi della Royal Family non dovrebbero indossare la fede nuziale. Mentre Kate Middleton, Duchessa di Cambridge e la regina Elisabetta indossano fedi nuziali, i loro mariti, il principe William e il principe Filippo, non lo fanno.

gettyimages

Il principe Carlo ne indossa uno, ma sul suo mignolo, nascosto dietro il suo anello con sigillo. Harry invece l’anello matrimoniale non se lo toglie mai e in molte occasioni si è visto che lo accarezza e tocca continuamente. 

Embed from Getty Images

Quindi perché Harry è il primo della sua famiglia a indossare una fede nuziale?

Secondo Penny Junor, autrice del libro The Duchess, Harry dimostra di essere il membro meno convenzionale della famiglia reale. 

Harry ha scelto di fare quello che fanno gli uomini sposati oggi. 

Embed from Getty Images

Decisamente è anche un segno in più di amore e di fedeltà a Meghan e un altro passo della "rivoluzione" che la coppia sta portando all’interno della Famiglia Reale.

gettyimages

Questa fede è un altro modo per dimostrare che Harry e Meghan non rispettano necessariamente il regolamento reale delle generazioni passate. Harry poi ha seclto di rompere un’altra tradizione: ha scelto una fede di platino invece che in oro del Galles che è il materiale prezioso con cui vengono fatti gli anelli matrimoniali delle spose reali. 

Embed from Getty Images

Un bel gesto quello di Harry, probabilmente molto significativo per Meghan. Ma d'altronde, l'amore dev'essere nel cuore e la fedeltà e il rispetto non si misurano con un anello. Tu che ne pensi?

Non dimenticarti di condividere il post con gli amici e di esprimere la tua opinione nei commenti!

LEGGETE ANCHE: Harry e Meghan alle nozze della nipote di Lady Diana. Punti per la neo Duchessa!

Fonte: Vogue

Raccommandiamo