Polemico messaggio di Lucia Borgonzoni su Facebook nei confronti di suo padre lascia senza parole gli utenti!

Dopo quanto accaduto durante l’incontro con il vescovo di Bologna Matteo Zuppi, la gente non ha smesso di parlare di Lucia Borgonzoni, sottosegretario della cultura e figlia di Giambattista Borgonzoni, né lei ha avuto paura di esprimere i suoi pensieri, anche se in netto contrasto con quelli del vescovo.

Lucia, che ha lasciato lo studio per correre ad un altro impegno proprio mentre il vescovo prendeva la parola, ha cercato di chiarire in un post su Facebook che tutti erano stati avvisati del fatto che lei se ne dovesse andare prima, persino il vescovo. Tuttavia, il post è stato pubblicato per richiamare l’attenzione su un fatto in particolare: la polemica con il padre.

Infatti Zuppi ha ricevuto infiniti insulti da parte dei leghisti che difendevano la loro senatrice, ma allo stesso tempo centinaia di firme sono state raccolte per chiedere scusa al vescovo di Bologna, e tra queste c’è anche quella di Giambattista Borgonzoni.

Secondo quanto raccontato dall’architetto, i rapporti con la figlia sono ottimi, e Lucia sa benissimo che lui critica la Lega nonostante lei ne faccia parte.

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, il padre della leghista sostiene di non aver votato per la figlia e di non giustificare il suo atteggiamento.

Sono rimasto impressionato da quello che è successo”, ha commentato Borgonzoni. “A quell’incontro mia figlia si è espressa sui temi dell’immigrazione e poi quando è intervenuto il vescovo lei non ha trovato il tempo per ascoltarlo: l’ho trovata una cosa non ottimale”.

E molti la pensano allo stesso modo, tranne Lucia. Inoltre, nella pubblicazione su Facebook è molto evidente la rabbia (anche se lei nega) che prova rispetto alle dichiarazioni di un padre che, a quanto pare, non è mai stato presente nella sua vita:

Hai ragione, non sono arrabbiata con te, non sono arrabbiata di certo con una persona che da quando avevo sei anni ha di fatto scelto di non frequentarmi.

Tutto l’argomento politico è rimasto indietro per trattare questioni personali; tuttavia Lucia ci è rimasta male che il padre non le abbia dato il suo sostegno rispetto alle sue scelte politiche.

Mi chiedo perché, invece di rilasciare interviste su di me, io debba avere un padre che non alzi il telefono e mi parli, come farebbe un qualsiasi altro padre in una situazione normale.

Molti utenti hanno già lasciato i loro commenti.

E voi, che ne pensate?

LEGGETE ANCHE: Dopo tanti rumors, Elisa Isoardi finalmente rompe il silenzio parlando della relazione con Salvini

Fonte: Lucia Borgonzoni / Facebook

Raccommandiamo