"A 18 anni sono finita nel tunnel dell'eroina": Eleonora Giorgi si confessa e parla dei suoi anni più difficili

Eleonora Giorgi, la bellissima attrice italiana, si è confessata raccontando di un periodo molto buio e difficile della sua vita.

Gli anni '70, infatti, sono stati anni tormentati per l'attrice quando a soli 18 anni si è ritrovata a essere dipendente dall’eroina.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Che bella domenica, grazie Carlo ❤️

Публикация от EleonoraGiorgi (@eleonoragiorgiofficial)

Il tutto è iniziato dopo aver girato il primo film, La tarantola dal ventre nero.

A 16 anni la mia famiglia era andata in pezzi, tre anni dopo, da diligente studentessa d’arte fidanzata dai 14 anni, mi ero ritrovata protagonista per caso di un film, nel quale c’era una scena di nudo, quella immagine era divampata e io ero diventata la lolita d’Italia. È allora che incontrai l’eroina e ci precipitai dentro.

Quello che avrebbe dovuto essere un semplice esperimento è diventata una vera e propria dipendenza.

Mi ritrovai immersa in qualcosa di folle, non mangiavo più, non uscivo più: c'era solo l'eroina.

Fortunatamente l'attrice è riuscita a uscire da questo tunnel buio e a trascinarla fuori e darle speranza è stato proprio l’amore di un uomo speciale, Angelo Rizzoli, suo marito dal 1979 al 1988.

Quando il caso mi aveva fatto incontrare l’amore, quello adulto e consapevole, la mia anima era guarita e il corpo l’aveva subito seguita. Non avrei mai più desiderato alienazioni mortali. Assolutamente, è stato lui a salvarmi.

Ora la donna vuole trasmettere a tutti il suo messaggio.

Sono qui perché le persone possano capire che chi fa uso di eroina è malato nell’anima. E va curato.

Ora Eleonora si è lasciata alle spalle gli anni più bui della sua vita ed è felice accanto ai suoi 2 meravigliosi figli!

Non dimenticarti di condividere il post anche con i tuoi amici su Facebook!

LEGGETE ANCHE: "Ero dipendente da alcol e droghe": Romina Carrisi caduta in depressione per la troppa popolarità