Gianni Versace trucidato davanti casa sua da un serial kille

NOTIZIE SULLE CELEBRITÀ

Gianni Versace trucidato davanti casa sua da un serial killer, il caso è davvero risolto?

Date December 4, 2018 15:57

Il 15 luglio del 1997 il mondo perse uno dei suoi più grandi stilisti. Gianni Versace, genio eclettico della moda di origini calabresi, fu trucidato a sangue freddo a due passi da “Casa Casuarina” la sua villa di Miami nella famigerata Ocean Drive. 

Embed from Getty Images

E da quel maledetto giorno d'estate, le ombre non si sono mai completamente dissolte, il mistero, mai completamente chiarito.

Perché l'omicidio dello stilista italiano più famoso del mondo sembra insensato e senza un vero movente.

Almeno è quello che crede la scrittrice e giornalista Maureen Orth e che racconta nel suo controverso libro “Vulgar Favors”, da cui, tra l'altro, è stata tratta la stagione della serie tv American Crime Story, con Penelope Cruz, incentrata proprio sul caso Versace.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da American Crime Story FX (@americancrimestoryfx) in data:

L'assassino dello stilista, Andrew Cunanan, era un giovane ventenne che conduceva una vita turbolenta e dissoluta, frequentava i giri “alti” della società non disdegnando di mantenersi con la pratica della prostituzione d'alto bordo.

Embed from Getty Images

Ma Cunanan aveva dimostrato già dall'infanzia preoccupanti segni di squilibrio e ben presto, nell'aprile del 1997, probabilmente dopo aver scoperto di essere malato di AIDS, inizia la sua discesa agli inferi, compiendo un omicidio dopo l'altro.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Charl (@charlster282) in data:

Andy uccide tre dei suoi amanti nei modi più truci e disparati. L'ultima vittima di questo sanguinario serali killer, sarà proprio Gianni.

Embed from Getty Images

Ma i dubbi che la Orth solleva, riguardano proprio il movente di questo ultimo terribile atto omicidiario: Andy percorse mezzo Paese per raggiungere Gianni a Versace e finirlo a sangue freddo. Perché proprio Gianni? Perché fare tutta quella strada?

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Fabi & Dany (Modena-Italy) (@fabiobaldinidanymilani) in data:

La giornalista ipotizza che i due sarebbero entrati in contatto in maniera più che fortuita,si fossero frequentati per un certo periodo e che forse a contagiare l'assassino con il virus dell'HIV, possa essere stato proprio Versace.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Alessandro Marzo (@alessandro_marzo) in data:

Ovviamente questa è una versione molto controversa e contrastata dalla famiglia dello stilista, anche e soprattutto perché non ci sono prove che Gianni fosse sieropositivo.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Donatella Versace (@donatella_versace) in data:

Ma la furia omicida di Cunanan si arresterà proprio dopo aver strappato la vita a Gianni: verrà trovato morto pochi dopo la tragedia in una casa galleggiante nei pressi di South Lake.

Andy si era tolto la vita con la stessa arma che aveva ucciso lo stilista.

LEGGETE ANCHE: Il web s'infiamma per la reazione di Zoe alla foto di Corona:''Nina dolce Nina ❤️ ''

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Lundi cheri (@lundicheri) in data:

Andy Cunanan ha preso di mira Gianni Versace al culmine di una follia irrazionale, per mitomania? O per spietata vendetta per punire colui che credeva essere il responsabile del suo contagio?

LEGGETE ANCHE: "C'è un significato profondo" Corona: Svela la verità sulla caduta dalla bici! E annuncia novità

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Les Reines Maudites (@reinesmaudites) in data:

La verità è ancora ben nascosta e come si legge su Panorama, Antonio D'amico, ex compagno di Versace che era presente quel maledetto giorno di luglio, non è convinto che il mistero sia del tutto risolto:

(il caso, ndr) è stato chiuso troppo velocemente. Non credo a niente di quello che hanno detto i giornali. Sono convinto che ci sia dietro altro. Qualcosa che però io non posso dimostrare, e di cui non voglio parlare. Io continuo ad avere questo dubbio: finché avrò vita, aspetterò che la verità venga a galla.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Adrian (@adrian_travelling) in data:

Certo è che dopo la morte del grande stilista, il dolore che ne ha sconvolto la famiglia non ha impedito alla casa di moda di continuare il suo cammino di successi e gloria nel mondo della moda.

LEGGETE ANCHE: "Lavora perché è la moglie di Lucio Presta": La Perego finalmente risponde alle accuse!

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da @hype.train_ in data:

L'amata sorella di Gianni, Donatella, ha saputo portare portare avanti con successo il grande marchio garanzia di qualità e stravaganza, forse anche e soprattutto in memoria del grande talento di Gianni, il cui ricordo non si spegnerà mai. 

LEGGETE ANCHE: Manicurista nella bufera per aver inserito formiche vive all'interno delle extension per unghie

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Lorenzo Massai (@lorexest) in data:

LEGGETE ANCHE: Stefano Accorsi travolto dalle polemiche per una foto in cui mangia una pizza!

Secondo te Gianni è caduto vittima della follia sanguinaria o di un progetto di vendetta dell'assassino? Scrivicelo nei commenti e condividi con gli amici!