Monica Bellucci diventa il nuovo volto di campagna anti-età: "Non ho un codice di bellezza unica, mi danno fastidio i diktat"

NOTIZIE SULLE CELEBRITÀ

Monica Bellucci diventa il nuovo volto di campagna anti-età: "Non ho un codice di bellezza unica, mi danno fastidio i diktat"

Date May 14, 2018 19:44

Cosa ne pensate sull’invecchiamento e gli stereotipi imposti dalla società?

Pare che per le donne sia molto più difficile invecchiare che per gli uomini. Questo non ha a che vedere con il funzionamento del nostro organismo, ma con gli stereotipi e ruoli imposti dalla società.

Evgeny Atamanenko / Shutterstock.com

C’è chi dice che col passare degli anni gli uomini sono ancora più belli, ma cosa succede con le donne? Oggigiorno vediamo come alcune donne si sforzano per raggiungere obiettivi che, in realtà, sono irraggiungibili, come ad esempio “l’eterna giovinezza”. Il trucco, gli interventi chirurgici ed altri trattamenti servono a soddisfare i loro desideri anche se per un breve periodo. Ma quanto sarebbe bello accettare con amore i cambiamenti dei nostri corpi!

Per parlare un po’ su questo argomento, la rivista Vanity Fair ha intervistato una donna considerata come una delle più belle d’Italia che non è più, però, la più giovane. Si tratta dell’attrice e modella che ha partecipato in diversi film di successo in Italia ed a livello internazionale come Malèna, La passione di Cristo ed Irréversible: Monica Bellucci.

La Bellucci è stata scelta per rappresentare un brand di prodotti per il corpo nella sua nuova campagna anti-età. L’attrice ha confessato di essere rimasta sorpresa dal fatto di essere stata scelta, ma questa si rivela essere un’opportunità da sogno per condividere i suoi pensieri e qualche parola attraente in merito all’argomento che interessa a tante donne: l’invecchiamento.

È mamma di due: Deva nata nel 2004 e Léonie nel 2010. Essere mamma comporta troppe cose. Si torna a quei tempi che eravamo sedute a scuola imparando la matematica o forse qualche nuova lingua, salvo il fatto che, contrariamente a ciò che facevamo prima, non siamo mai sedute e dobbiamo parlare abbastanza! Essere mamma è stato l’evento più meraviglioso nella vita di Monica, anche se ha lasciato tracce nel suo corpo che ancora oggi porta con sé. Il corpo dell’attrice non è stato mai lo stesso, ma lei non lo cambierebbe per niente al mondo.

Quando ho avuto le mie bambine mi sono presa il mio tempo, forse perché ero così felice di essere diventata madre che avere qualche chilo in più non mi pesava per nulla. (...) Non ho un codice di bellezza unica, mi danno fastidio i diktat che impongono di dover essere in un certo modo.

Per Monica non c’è un unico modo di fare le cose. Infatti, lei ha sempre fatto un po’ di quello che vuole. La cosa più importante è insegnare le bambine che la diversità esiste e che loro devono essere contente con il proprio corpo, comunque sia.

Sull’invecchiamento ha molto da dire, ma, soprattutto, che si tratta di un processo naturale di cui non dovremmo avere paura. Infatti, assicura che l’invecchiamento del corpo significa il ringiovanimento dell’anima e, decisamente, l’arrivo della saggezza. Ogni anno che passa impariamo una cosa nuova, conquistiamo nuovi punti di vista e siamo più sicure di chi siamo.

"Con l’età si dà più valore alle cose, si dà più valore al rapporto con lo specchio, non ci si guarda più ogni due minuti” -racconta la Bellucci che è soddisfatta con il suo corpo- “(...) Se una donna a 50 anni si veste come una di vent’anni c’è un problema che nessuna crema potrà mai risolvere. Bisogna imparare che anche se passa il tempo non si diventa più vecchie e neanche meno sexy”.

Poi anche sottolinea un fatto che potrebbe essere di molta importanz per le giovani che sono tutti i giorni alla ricerca di una nuova dieta. La Bellucci non è ossessionata dall’alimentazione. Infatti, mangia “un po’ di tutto” e chiarisce che a causa del suo gruppo sanguigno tollera di più le proteine e legumi. Secondo lei, la salute del corpo è semplicemente un “segno di salute mentale”.

Da un altro canto, per molti anni sono tante le donne che hanno lottato per raggiungere gli stessi diritti che gli uomini, ma le donne di oggigiorno siamo quelle a godersi quanto fatto dalle icone di femminilità in passato. È importante capire che per raggiungere il traguardo ci si è voluto troppo tempo e che siamo noi le responsabili di rispettare e far rispettare la nostra differenza.

(...)Vogliamo rispetto sociale per quello che siamo davvero e questo perché abbiamo raccolto i semi del passato. Siamo le figlie di quelle donne che hanno lottato per i nostri diritti, ma abbiamo un’altra forza. Questa nuova forma di rispetto che mostriamo per noi stesse aiuta ad abituare gli altri a rispettarci di più.

Ora, il nuovo volto di Nivea rappresenta tutte le donne che non hanno più 20 anni e che si avvicinano ad un altro periodo della vita che forse vediamo lontano. Le rughe cominciano ad apparire sul volto, ma nemmeno questo sembra essere un problema per l’attrice che a quanto pare si identifica e si sente orgogliosa dei segni della vita disegnati sul volto:

(...) Bisogna smettere di dire che le rughe sono brutte. Le rughe sono belle. Anna Magnani diceva ‘ci ho messo tanto per averle’ e sono d’accordo con lei. Sono le nostre cicatrici interne, ci danno la prova che abbiamo superato momenti difficili.

Grazie alle parole di questa donna magari oggi le donne diventino molto più consapevoli del proprio corpo, dei cambiamenti e della vera bellezza, quella interna.

LEGGETE ANCHE: 8 segreti di bellezza della stupenda Sophia Loren

Fonte: VanityFair