Il comico Dado picchiato a sangue sotto casa: “Ha tentato di investirmi”

Celebrità

April 15, 2019 18:04 By Fabiosa

Non è bastato nemmeno l’intervento di un avvocato o delle forze dell’ordine a fermare la follia del giovane minorenne, ex fidanzatino della figlia del comico Dado, nei confronti della ragazza e del padre che, intervenuto con l’intento di proteggere la figlia, si è ritrovato ferito al volto come epilogo di una vicenda iniziata ben 7 mesi prima.

Sabato 15 il comico si era recato al cinema con la figlia, non lontano da casa. Lui le scrive che vuole portarle indietro i suoi regali ma lei replica secca e aggressiva:

Per me puoi bruciarli.

La ragazza è stanca delle continue molestie. Il giovane l’ha minacciata spesso sui social, arrivando a scrivere orribili volgarità e addirittura nel cortile della scuola le ha spaccato gli occhiali da sole, mostrandosi prono alla perdita di controllo.

Dado racconta che in passato si è ritrovato le ruote della macchina tagliate e l’esasperazione lo ha portato a chiedere l’intervento della famiglia di lui e della preside della scuola. Quando ha visto che nemmeno questo passaggio era stato d’aiuto per sedare la situazione si è poi rivolto a un avvocato e infine alla polizia.

Il giovane però manifesta i tratti dello stalker da manuale e la sua ossessione per la figlia quattordicenne del comico non diminuisce, anzi. Quindi arriva la scusa della riconsegna dei regali ricevuti, un ennesima scusa per vedere l’oggetto delle sue attenzioni e, presentatosi comunque a destinazione, nonostante la risposta secca di lei, inizia un’animata discussione.

Il comico si affaccia alle urla dei giovani che stanno litigando e invita il ragazzo ad andarsene e la figlia a tornare a casa. Scende comunque in strada e decide di fotografare la targa della macchina del ragazzo che, una volta capite le intenzioni di Dado, mette la retromarcia e cerca di investirlo.

Dado si sposta in tempo ma a quel punto il ragazzo mette la prima e parte di slancio andando a dare un pugno in volto al comico restando dentro la vettura. Naso rotto e trenta giorni di prognosi per il comico che ha quindi richiesto l’intervento delle autorità.

Con questa denuncia riportata anche sui social il comico di Zelig spera di fermare questa escalation di molestie che è stata inarrestabile fino allo sgradevole epilogo di sabato. Vi siete mai trovati in simili difficoltà? Raccontateci la vostra storia nello spazio dedicato ai commenti.