Il dolore di Luca Ward per la perdita del figlio: "È andato via", il dramma familiare che ha colpito l'attore anni fa

NOTIZIE SULLE CELEBRITÀ

Il dolore di Luca Ward per la perdita del figlio: "È andato via", il dramma familiare che ha colpito l'attore anni fa

Date February 13, 2020 18:15

La trasmissione di Caterina Balivo sta continuando a spezzare i cuori dei suoi telespettatori con grandi emozioni.

Nel salotto a Vieni da Me, Luca Ward si è raccontato a cuore aperto parlando di un dramma che purtroppo ha colpito la sua famiglia.

Il dolore per la grande perdita

Il famoso attore e doppiatore italiano ha commosso il pubblico con il suo triste racconto. Ai suoi 59 anni Luca è papà di tre figli, e sarebbe venuto al mondo anche un quarto se la vita non fosse così ingiusta.

Sua moglie, infatti, 3-4 anni fa aveva annunciato di aspettare un figlio. Purtroppo però Giada è stata colpita da un aborto spontaneo e ha perso il bimbo che portava in grembo.

C’era un terzo che non è andato in porto. È successo tre-quattro anni fa. Si sarebbe chiamato Leone… Purtroppo è andata così. Quando mi disse che era incinta mi prese un colpo. Purtroppo dopo poche settimane è andato via.

La vita privata di Luca Ward

Luca è uno dei doppiatori e attori italiani più amati di sempre. Oltre alla sua carriera, le persone sono molto curiose di sapere di più anche sulla sua vita privata. Luca è stato sposato per 25 anni con Claudia Razzi e dal loro amore è nato una figlia, Guendalina Ward.

Dopo la dolorosa separazione, l'attore ha ritrovato la felicità accanto a Giada Desideri, la donna che gli ha regalato due figli: Lupo e Luna.

Luca Ward e il dramma del coma

L'attore 59enne, però, ha avuto un'infanzia molto difficile dopo la perdita di suo padre. A soli 13 anni infatti Luca ha salutato per sempre una delle figure più importanti della sua vita a causa di un male che l'ha portata via per sempre.

Mia mamma si è ritrovata da sola a 34 anni senza lavoro. Ha fatto molta fatica, papà era la nostra unica fonte di sostegno, era attore di teatro.

Per colpa di un aneurismo è stato in coma due mesi, non ho avuto tempo materiale di piangere, perché ci siamo dovuti rimboccare subito le maniche.

Nonostante tutto Luca è riuscito a superare tutte le difficoltà e raggiungere i suoi ambiziosi traguardi! Lasciaci il tuo commento e condividi il post anche con gli amici.