Tania Cagnotto piange la morte della nonna di 98 anni

NOTIZIE SULLE CELEBRITÀ

"Sempre allegra fino alla fine dei tuoi giorni." Il lutto improvviso di Tania Cagnotto e il messaggio di addio sui social per la scomparsa della nonna

Date January 14, 2020 16:50

Un terribile lutto si è abbattutto sulla giovane nuotatrice Tania Cagnotto.

La conosciamo per le sue prodezze a bordo piscina, ma siamo certi di sapere tutto di lei? Vi elenchiamo qui di seguito alcuni dettagli della sua vita che potrebbero esservi sfuggiti:

  • Tania è nata a Bolzano nel 1985 ed è figlia di due sportivi. La madre Carmen era una tuffatrice, mentre il padre Giorgio, amante della stessa disciplina, è stato anche suo allenatore.
  • Dopo i successi giovanili, ha ottenuto grandi risultati anche agli Europei: bronzo nel trampolino sincronizzato e argento nella piattaforma a Berlino 2002; bronzo dal trampolino 1 metro e oro nella piattaforma a Madrid 2004.
  • Ha partecipato anche a vari mondiali, ed è la prima donna italiana ad essersi aggiudicata la medaglia d'oro nei tuffi.
  • Alle Olimpiadi di Rio 2016 ha collezionato un altro terzo posto al trampolino sincronizzato.
  • Si è ritirata dalle gare nel 2017 ma ora lavora come cronista sportiva per la Rai.

Tania Cagnotto dice addio alla nonna

Purtroppo, la 34enne ha dovuto dare su Instagram una brutta notizia ai suoi fans. Con un post, ha raccontato di aver vissuto un triste lutto: la scomparsa della nonna, che aveva spento da pochissimo 98 candeline.

Tania ha dedicato alla sua "Liebe Omi" ("Cara nonnina", in tedesco) delle dolcissime parole:

Sei stata una nonna speciale per me, sempre presente, sempre allegra, fino alla fine dei tuoi giorni.

Lo scatto ritrae la signora con in braccio la bisnipotina, figlia di Tania:

Sono felice che sei riuscita ancora a conoscere Maya.

La figlioletta di Tania Cagnotto

La nuotatrice non è solo una sportiva di grande successo: nel 2016, ha sposato il compagno, Stefano Parolin. La coppia ha poi coronato il sogno di ingrandire la famiglia, con la nascita della piccola Maya, il 23 gennaio del 2018.

La campionessa ha messo bene in chiaro di avere a cuore il benessere della sua bambina, ma anche quello degli altri.

Fa parte, infatti, del Comitato Nazionale Liberi dalla Meningite (M-Team), e ha affermato in un'intervista:

Mi batto, insieme ad altre donne note per far capire l’importanza della prevenzione della meningite B.

Ha confermato, inoltre, di aver già vaccinato Maya perché sa quanto sia importante proteggere i piccini da agenti così aggressivi e potenzialmente letali. Bravissima Tania! Sei un ottimo esempio per tutte le mamme!

Ci uniamo al dolore della Cagnotto per la scomparsa della nonna.

LEGGETE ANCHE: Giovane pesa solo 28 chili ma si sente bene così e motiva la sua scelta