''Volevano che ci suicidassimo'': La verità sul periodo passato in carcere di Wanna Marchi e Stafania Nobile

FILM E TV

''Volevano che ci suicidassimo'': La verità sul periodo passato in carcere di Wanna Marchi e Stafania Nobile

Date November 8, 2019 17:00

Wanna Marchi e Stefania Nobile sono da anni ormai sotto la critica dell'opinione pubblica per gli scandali che le hanno coinvolte in passato. Dopo il periodo passato in carcere si sono rifatte una vita in Albania, lontano dalla fama che le precede in Italia.

Durante un'intervista al programma di Gabriele Parpiglia ''Seconde Vite'', raccontano della loro vita a Tirana, dove hanno aperto quattro locali.

Infatti, come dichiarano alle telecamere, in Italia, per loro, era diventato impossibile vivere.

In Italia eravamo marchiate, nessuno ci faceva più lavorare e noi ne avevamo bisogno. Siamo arrivate in Albania per caso, trovando una terra ospitale che ci ha permesso di essere quello che siamo: brave imprenditrici.

Gli anni passati in carcere hanno lasciato un'impronta indelebile nella mente e sulla coscienza delle due donne.

Volevano che ci suicidassimo, ma noi ce l'abbiamo fatta. In carcere non ci hanno curato a dovere e abbiamo rischiato la vita.

E tu hai seguito l'intervista? Cosa ne pensi della nuova vita delle due donne? Lasciaci un commento su questa storia e condividi il post con gli amici.