Amore alla maratona di Boston: una fedele ragazza ha spinto il suo compagno in sedia a rot

ISPIRAZIONE

Amore alla maratona di Boston: una fedele ragazza ha spinto il suo compagno in sedia a rotelle per 41 chilometri

Date April 25, 2018 18:39

La storia di una giovane donna, Kaitlyn Kiely, e del suo compagno, Matt Wetherbee, dimostra che in questo mondo l'amore esiste ancora. Alla maratona di Boston, Kaitlyn è riuscita a spingere Matt per 41 chilometri su una sedia a rotelle.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Публикация от Kaitlyn Kiely (@kkiely14)

 

Pochi giorni prima di compiere ventinove anni, Matt subì una grave lesione alla spina dorsale e rimase paralizzato dalla vita in giù.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Публикация от Matt Wetherbee (@mwetherbee)

 

Il ragazzo si è già sottoposto a molte terapie fisiche e occupazionali, ma è ancora in sedia a rotelle. Tutti gli amici e i parenti di Matt sperano che un giorno possa riprendersi completamente.

Il 9 aprile, Kaitlyn ha corso per 41 chilometri a Boston, spingendo Matt sulla sedia a rotelle per tutto il tempo.

Così Kaitlyn ha parlato della sua motivazione a partecipare alla maratona:

Per noi, questa è più che una semplice corsa. È il nostro modo di dire alla vita: "Vai avanti... Fai del tuo meglio". Se la vita conta di colpirci dove fa male, questo è il nostro contrattacco. Se c'è qualcosa che vogliamo fare, è correre la maratona... indipendentemente dalle qualifiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Публикация от Kaitlyn Kiely (@kkiely14)

 

Kaitlyn ha dimostrato al mondo intero che, se ami qualcuno, puoi fare di tutto per quella persona. Con un tale fantastico supporto, Matt può raggiungere qualsiasi obiettivo e noi ci auguriamo che si riprenda presto.

Kaitlyn Kiely ha spinto il suo ragazzo quadriplegico per 41 chilometri, da Hopkinton a Boston.

La maratona di Boston si è svolta sotto una pioggia battente e un giapponese è arrivato al primo posto nella divisione élite maschile, per la prima volta dal 1987. Tra le donne, ha vinto un'americana, la prima dal 1985.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Публикация от Boston Marathon (@bostonmarathon)