Lutto cittadino a Firenze, il giovane 29enne muore travolto da un'auto: "La sua battaglia per la vita è finita tra le braccia della sua splendida famiglia e degli amici“

Duccio Dini, il giovane 29enne è stato investito domenica 10 giugno a Firenze da una delle auto coinvolte in un folle inseguimento tra uomini di etnia rom. Dini era a bordo di uno scooter ed è stato subito portato al Pronto Soccorso di Careggi in condizioni molto grave.

Ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva, il ragazzo non ha dato alcun segno di attività cerebrale per 7 ore e quindi è stato dichiarato morto.

Dei tre uomini responsabili della morte di Duccio Dini, residenti nel campo del Poderaccio, due sono stati arrestati e il terzo denunciato. Tutti e tre sono accusati di omicidio volontario. I genitori di Duccio hanno deciso di dare consenso alla donazione degli organi.

A Firenze è stato proclamato il lutto cittadino. Fratelli d’Italia ha organizzato un corteo sul luogo della tragedia, via Canova, dove hanno partecipato oltre 350 persone.

Su Facebook, l'11 giugno alle 19, il sindaco Dario Nardella ha confermato la morte del ragazzo ringraziando i genitori per aver preso una decisione che salverà numerose vite:

Duccio non ce l’ha fatta. La sua battaglia per la vita è finita tra le braccia della sua splendida famiglia e degli amici. A loro va il profondo cordoglio di tutta Firenze. Per questo ho deciso di proclamare il lutto cittadino, per Duccio, come ho appena comunicato ai suoi genitori, che ringrazio anche per la decisione di donare gli organi, un bellissimo gesto di amore e di altruismo.

I responsabili di questo omicidio sono stati fermati già ieri grazie all’azione tempestiva dei Carabinieri. Non chiamiamola fatalità. Continuiamo ad andare avanti su ciò che abbiamo sempre detto: non vendetta, ma giustizia e legalità.

Sui social tutti esprimono la loro rabbia chiedendo giustizia per Duccio e per la sua famiglia. Molti hanno espresso le loro indignazioni chiedendo di chiudere il campo rom.

La situazione si è quasi trasformata in un atto di violenza, circa 200 persone hanno cercato di entrare, qualcuno con la forza, nel campo del Poderaccio presidiato dalla polizia. Sui social, Enrico Rossi viene anche accusato di essere amico degli assassini.

Il funerale si svolgerà giovedì 14 giugno alle ore 10.00, nella Chiesa di Santa Maria a Cintoia, Firenze.

Non dimenticarti di condividere questa notizia con i tuoi amici. Riposa in pace Duccio Dini.

LEGGETE ANCHE: Padre assiste ad un terribile incidente d’auto senza sapere che si tratta della scena dell’omicidio del figlio adolescente

Fonte: Il Fatto Quotidiano

Raccommandiamo