Caso Marco Vannini, mamma Marina dichiara: "Martina è stata crudele e calcolatrice, a me fa paura"

Il caso di Marco vannini è ancora una ferita aperta per l'opinione pubblica del nostro paese, che difficilmente potrà dimenticare una tragedia così grande che ha strappato la vita di un ragazzo tanto giovane quanto amato da amici e parenti. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Alfonso De Cola (@alfonsodecola) in data:

E non smetterà mai di far discutere la controversa sentenza, del 18 aprile scorso, a soli 14 anni di carcere all'uomo che secondo la verità processuale si è reso colpevole di quella morte assurda e dolorosa: Antonio Ciontoli.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Gianluigi Nuzzi (@gianluigi.nuzzi) in data:

Mamma Marina nn smetterà mai di lottare e di cercare di avere giustizia per Marco e anche perché un episodio così assurdo e drammatico possa non ripetersi mai più.

LEGGETE ANCHE: Ecco come puoi evitare una simile tragedia e nutrire correttamente il tuo bambino!

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Roberta Pisconti (@robertapisconti) in data:

Ma quello che ancora brucia nel cuore di Marina Conte è la consapevolezza, terribile, dei terribili ultimi momenti vissuti da Marco invocando il suo aiuto. La signora Conte racconta a VelvetGossip:

Il mio dolore non si può quantificare in nessun modo. Io da quella sera non vivo più, il mio pensiero va sempre a Marco, a quelle urla quando chiedeva aiuto, quando chiedeva scusa a Martina; sapere che mio figlio mi ha cercato e non ho potuto aiutarlo perché non me l’hanno reso possibile è terribile.

LEGGETE ANCHE: Chiara Ferragni risponde a chi la critica per il seno troppo piccolo: “Era sold out!”

L'aspetto più commuovente di questa tragedia è che l'Italia intera si è stretta attorno alla famiglia, ormai straziata e distrutta, di Marco, per dare forza e sostegno, per non lasciarla sola:

LEGGETE ANCHE: Un'amica della Principessa Diana condivide una foto mai vista prima del Late Royal, segnando il 21esimo anniversario della sua tragica morte

Tutta l’Italia aspetta giustizia; mi sono arrivati fiumi di lettere anche dall’estero di persone che non conosco, durante la fiaccolata a Cerveteri che abbiamo organizzato erano quasi 15 mila persone, è c’è stato un vero fiume di gente che ci ha aiutato.

LEGGETE ANCHE: Flavio Briatore e Taylor Mega: un amore con 44 anni di differenza. “Il Dio denaro rende belli anche i vecchi!”

e continua:

Al cimitero vengono da tutta Italia a trovare mio figlio e mi dicono che Marco è diventato il figlio di tutti. Vorrei davvero ringraziare coloro che mi stanno vicino, e che mi danno la forza di continuare a lottare e non mollare.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Linda Corsaletti (@lindaprofiler) in data:

Ma mamma Marina è convinta che la verità non sia ancora del tutto emersa:

Secondo me i Ciontoli coprono qualcosa che sanno solo loro e nessun’altro potrà mai più sapere. Il mio conforto è andare avanti e rendere almeno giustizia a mio figlio; questo è quello che spero e che griderò sempre a squarciagola: la giustizia la pretendo, voglio che lo Stato mi tuteli perché non è possibile che noi siamo le vittime e alla fine diventiamo carnefici.

Marco si fidava dei Ciontoli, e della sua fidanzata, Martina, eppure non ha ricevuto aiuto neanche da lei: 

La fidanzata dentro casa mia era trattata come una principessa, era la ragazza Marco, adoravamo mio figlio e adoravamo anche lei. Martina è stata crudele, calcolatrice, non ho parole per descriverla. A me fa paura una ragazza del genere. So che lei lavora come infermiera ma non so come faccia a fare questo mestiere; ogni volta che aiuta qualcuno come fa a non venirle il rimorso di aver potuto salvare il suo ragazzo.

Ora c'è ancora tanto lavoro da fare per ottenere giustizia, anche se ormai, con la morte nel cuore:

Ho promesso a mio figlio di dovergli portare un mazzo di fiori per la giustizia e uno per la verità; la verità non potrò mai più saperla ma confido invece ancora nella giustizia così potrà stare sereno anche lui.

LEGGETE ANCHE: "Se capisci che è quello giusto, aspettare non ha senso" Cristina Dell'Anna ha sposato il suo Emanuele!

La signora Conte conclude con delle considerazioni dolorose che sono un pugno nello stomaco: 

Ogni mattina esco per andare a trovare mio figlio al cimitero per dargli il buongiorno. Quel buongiorno con lui era una cosa speciale; Marco scendeva le scale e veniva in cucina a fare colazione e quel suo buongiorno mi manca tanto. Vado al cimitero solo per ritrovare il suo buongiorno, ma con mio marito viviamo ormai solo di ricordi.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Linda Corsaletti (@lindaprofiler) in data:

Anche noi ci al dolore della famiglia di Marco e di mamma Marina, e la seguiremo nella sua coraggiosa lotta per una giustizia che possa definirsi tale.

Scrivici le tue opinioni nei commenti e condividi con gli amici!

Raccommandiamo