Smarrito un bambino di 5 anni nel deserto: "Giocavamo a nasc

Smarrito un bambino di 5 anni nel deserto: "Giocavamo a nascondino"

Notizie

March 25, 2019 17:30 By Fabiosa

Il piccolo Benjamin è un bambino vivace, iperattivo e pieno di energie. Domenica 17 marzo era con la sua famiglia nell’area limitrofa del deserto di El Salado, in Argentina, per un pomeriggio all’aria aperta. Quello che è iniziato come un pomeriggio qualsiasi si è però trasformato in una tragica esperienza.

Convinto di essere ancora inseguito dalla mamma il bambino si è nascosto molto lontano tra i cespugli ma allontanandosi ha finito per perdere l’orientamento. Dopo un’ora di ricerche e con l’arrivo del buio i genitori hanno chiamato i soccorsi. 

Un momento di divertimento che si è trasformato in dramma e ha segnato l’inizio di una caccia all’uomo durata 24 ore e in cui sono intervenute oltre 300 persone, quasi tutti volontari.

LEGGETE ANCHE: "Niente più scuse!": mamma punisce il figlio chiamando la polizia

Il bimbo è stato ritrovato lunedì 18 marzo alle 4.30 del pomeriggio, seduto all’ombra di un albero in buone condizioni, chiaramente disidratato, affamato e spaventato per l’esperienza, ma senza ferite o danni maggiori. Appena ricongiunto con la mamma il piccolo le ha subito chiesto: 

Perchè non mi hai cercato?

Ha camminato per oltre 21 chilometri nel Deserto di El Salado, tra cactus, cespugli e rocce in un’area popolata da animali selvaggi e pericolosi come puma, serpenti velenosi, ragni, scorpioni e altre specie della zona. Dalle prime dichiarazioni del bimbo può emergere tutto lo smarrimento che deve avere provato:

Ho provato a chiamare mia madre ma non riusciva a sentirmi perchè era troppo lontana.

Gli investigatori sono ancora sorpresi dalle buone condizioni in cui il bimbo è stato ritrovato. Dopo avere camminato così tanto nel deserto senza acqua e in una zona così selvaggia il bimbo non ha presentato un graffio.

Sono state delle ore interminabili. Quando è arrivata la notizia nel campo si è alzata  una ovazione da stadio, da finale di campionato. Finalmente era stato trovato e in buone condizioni.

Momenti di angoscia terribili per questa famiglia. Fortunatamente tutto si è risolto con un brutto spavento e la certezza che il piccolo Benji farà più attenzione a non allontanarsi dalla famiglia. Quale è stato il vostro trauma infantile che vi ha insegnato ad essere più prudenti? Dite la vostra lasciando un messaggio nello spazio dedicato ai commenti.

LEGGETE ANCHE: Mamma bacia la sua neonata: reazione incredibile della piccola