Il dolore dei Trussardi: il tragico destino del padre e figlio che perdono la vita in un tragico incidente d'auto accaduto anni fa

NOTIZIE SULLE CELEBRITÀ

Il dolore dei Trussardi: il tragico destino del padre e figlio che perdono la vita in un tragico incidente d'auto accaduto anni fa

Data 5 febbraio 2020

La famiglia Trussardi si distingue decisamente per la sua discrezione quasi maniacale. Un esempio è il matrimonio, segretissimo, di Gaia con l'attore Adriano Giannini. Pare che fosse talmente segreto ed esclusivo che non fossero presenti neanche il fratello Tomaso e sua moglie Michelle Hunziker.

Il terribile lutto della famiglia Trussardi

Tuttavia la famiglia ha vissuto lutti insuperabili, accomunati da uno straziante identico destino. Nicola Trussardi, noto imprenditore e stilista, è morto prematuramente all'età di 57 anni in un gravissimo incidente stradale.

Nel 1999 al ritorno da una cena con l'editore Mondadori a Milano, Nicola Trussardi perde il controllo della sua auto e va a schiantarsi a velocità assurda. Per lui purtroppo non c'è stata nessuna speranza.

Nicola finì in coma e mentre veniva raggiunto con urgenza dalla sua famiglia, non ce l'ha fatta.

Il dolore della famiglia Trussardi sembrava non avere fine. Solo qualche anno più tardi, nel 2003 la stessa sorte toccò al figlio Francesco, che si schiantò a tutta la velocità contro un palo della luce. A soli 29 anni Francesco Trussardi salutò per sempre la sua famiglia.

Una famiglia, quella dei Trussardi colpita due volte dalla stessa tragedia come in un crudelissimo gioco del destino. Loro però sono riuscita a rialzarsi e andare avanti, anche se queste due dolorose perdite hanno lasciato un'enorme voragine nei loro cuori.

Tomaso ricorda la terribile morte del padre

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il giovane marito di Michelle Hunziker ha ricordato la terribile sera in cui ha ricevuto la drammatica chiamata. Lui, infatti, è stato il primo a ricevere la notizia dell'incidente che ha tolto la vita a suo padre.

Mi ero già svegliato alle 2 di notte: ero preoccupato perché non era ancora rientrato e gli avevo telefonato un po’ di volte. Un’ora più tardi, il primo ad essere chiamato sono stato io, perché hanno composto l’ultimo numero comparso sul cellulare: mi hanno detto “suo papà ha avuto un incidente gravissimo, dovete venire a Milano”

E tu sapevi la storia di Nicola e Francesco? Lasciaci il tuo commento e condividi il post con gli amici!