Serena Rutelli perseguitata dalle minacce di morte di suo padre

NOTIZIE SULLE CELEBRITÀ

"Non è che un giorno ci trova?" Il dramma di Serena Rutelli, perseguitata dalle minacce di morte di suo padre

Date November 5, 2019 16:02

L'edizione del Grande Fratello 2019 ha regalato emozioni forti al pubblico televisivo, che si è appassionato alle storie dei suoi protagonisti. Tra queste, è spiccata sicuramente la vicenda di Serena Rutelli, figlia adottiva di Barbara Palombelli e Francesco Rutelli.

È stata proprio la Palombelli a svelare per la prima volta un doloroso retroscena sull'adozione di Serena.

La tragica infanzia di Serena Rutelli

Nel suo libro Mai fermarsi, Barbara ha parlato del padre biologico di Serena, un uomo molto pericoloso.

I primi mesi con Serena e Monica sono stati mesi terribili: portare in giro due ragazzine che non hanno il tuo cognome e senza un pezzo di carta che ti autorizzi è un’impresa durissima.

La conduttrice ha ammesso:

[Avevano] dieci e sette anni, ma non hanno mai festeggiato un compleanno, mai un Natale in famiglia, mai visto il mare, mai un film, mai un ascensore, mai uscite con il buio, mai frequentato un fast food, mai fatto uno sport.

Il padre delle due ragazze, morto per tubercolosi, era un uomo molto violento e aveva abbandonato le bambine in un orfanotrofio dopo che anche la madre biologica se ne era andata.

Non era in carcere, continuava a vagabondare. Le ultime parole che aveva pronunciato all’indirizzo delle suore e che le bambine avevano sentito benissimo erano state gridate: ‘Un giorno tornerò e vi ucciderò tutte’. Ogni tanto Serena continua a chiedermi: ‘Non è che un giorno ci trova?'

Un'infanzia davvero terribile per Serena, che speriamo ora abbia messo alle spalle questo periodo così oscuro della sua vita!

LEGGETE ANCHE: "Faccio fatica a parlarne, oggi più che mai:" Gabriel Garko risponde piccato alle voci sulla sua relazione con Gabriele Rossi