Le mete europee meno conosciute: sette tesori nascosti raramente scoperti dai turisti

Ispirazione

Roma, Parigi, Berlino: questi sono gli itinerari più tipici per chi sta pianificando un viaggio nel continente Europeo. Nonostante questo, delle volte vale la pena di uscire dai sentieri più battuti per scegliere cittadine più piccole al posto di quelle più visitate da turisti e da chi vuole girare per negozi. In questo modo, si guadagna un'esperienza più autentica evitando allo stesso tempo il turismo di massa e la delusione dovuta dai prezzi maggiorati per qualsiasi cosa. Ci sono infinite buone ragioni per cui scegliere le destinazioni meno conosciute che troverete nella lista qui sotto

1. Perugia (Italia)

L'Italia non è solamente Toscana e Sicilia. È ricca di tante altre destinazioni molto pittoresche, ma semplicemente meno visitate. La città di Perugia è fra queste, dato che si distingue molto da molte altre destinazioni italiane, e in generale da qualsiasi altra città del mondo. Situata sul fianco di una collina, Perugia ricorda dal punto di vista architettonico una struttura intricata costituita da ponti ad arco, scalinate e strade porticate. Quando si passeggia su e giù per le sue vie, si ha la sensazione di stare all'interno di un labirinto, o fra i corridoi di un magnifico palazzo appartenente a un mondo fantastico.

Cristina Jurca / Shutterstock.com

Uno dei motivi per cui si dovrebbe visitare Perugia è il bellissimo paesaggio che si può godere da alcuni belvedere. Se questo non vi sembra sufficiente, ecco qualche altro motivo.

Sean Heatley / Shutterstock.com

Perugia, celebre per la sua devozione verso lo sviluppo di arte e cultura durante il Medioevo, è ancora caratterizzata da tante botteghe artigiane e gallerie d'arte, per non parlare dei dipinti che possono essere ammirati ad ogni angolo di strada. Inoltre, Perugia ospita tantissimi festival ed eventi, come l'Umbria Jazz Festival e l'Eurochocolate. La città attira i turisti con le sue maestose chiese, gli edifici storici, nonché con la sua Casa del Cioccolato Perugina. Tra cioccolato, arte e viste panoramiche dal fascino unico, avrete l'imbarazzo della scelta. 

2. Leida (Paesi Bassi)

Con le sue strade che seguono il corso dei canali e che ricordano molto Venezia, Leida è una delle città più sorprendenti dei Paesi Bassi. Raggiungibile da Amsterdam in 45 minuti di macchina o un poco meno in treno, Leida offre una delle migliori viste della zona, grazie alle sue chiese, i mulini a vento, i canali navigabili e i ponti. La città che diede i natali a Rembrandt è ricca di edifici che sembrano rimasti intatti dal momento in cui vennero costruiti. Girare per i mercatini del mercoledì e del sabato, vedere gli scorci della città vecchia, esplorare la città a piedi o in battello: è possibile fare tutto questo a buon prezzo e piacevolmente, grazie al fatto che Leida non è mai troppo affollata. In più riuscirete a fare delle belle foto.

Magdanatka / Shutterstock.com

3. Eguisheim (Francia)

Se il vostro sogno è di avventurarvi fuori dai confini di Parigi e lontano dalle sue attrazioni più famose, come il museo del Louvre e la torre Eiffel, non possiamo di certo biasimarvi. Questi posti, visitati da orde di turisti, non riusciranno a farvi innamorare di questo paese nel modo in cui avevate sperato. Optate piuttosto per un paesino vitivinicolo tipico dell'Alsazia. Un'esperienza completamente differente fatta di storia medievale combinata con le tradizioni folkloristiche locali vi offriranno una visione più soddisfacente e autentica di questo paese.

JeniFoto / Shutterstock.com

Eguisheim è considerato uno dei borghi francesi più belli, con le sue vie in selciato e un castello medievale circondato da case variopinte con decorazioni floreali. Fin dal 1985, questa passione per le decorazioni floreali ha reso il paesino vincitore di numerosi premi sia nazionali, sia a livello europeo, implementando allo stesso tempo la bellezza delle case appartenenti al XVI e XVII secolo e attribuendo a Eguisheim un fascino unico in quanto ad accoglienza.

Boris Stroujko / Shutterstock.com

Circondato da vigneti, Eguisheim è la città d'origine della viticoltura in Alsazia. Dunque potrete anche godervi una visita guidata ai vigneti e una degustazione di vini.

4. Bamberg, Germania

Bamberg, altro delizioso paesino non ancora sdoganato dal turismo di massa, ha recentemente iniziato a guadagnare popolarità in quanto borgo medievale e per i suoi esempi senza precedenti di opere architettoniche preservate alla perfezione, elementi che lo hanno reso di fatto patrimonio dell'umanità riconosciuto dall'UNESCO. Il panorama e la natura circostanti sono in egual modo meravigliosi. Bamberg è circondata da quella che è conosciuta come la Svizzera francofona, e dalle sue formazioni in roccia calcarea, vallate romantiche, idilliaci sentieri naturali, castelli, grotte, strapiombi e pendii ricoperti di cespugli di ginepro. Il vecchio municipio, che giace fra il fiume e la Piccola Venezia (un villaggio di pescatori sul fiume, con casette costruite durante il Medioevo) dona a questo borgo una certa peculiarità e una personalità unica.

byvalet / Shutterstock.com

Persino i fan della birra non vorranno perdersi una visita a questo borgo, dato che ha la più densa concentrazione di birrerie ed è conosciuta per la sua originalissima birra.

Scanrail1 / Shutterstock.com

5. Nesvizh (Bielorussia)

Se vi capita di trovarvi in Bielorussia, dovreste visitare Nesvizh, una cittadina dal ricco patrimonio culturale, nonché patrimonio dell'umanità riconosciuto dall'UNESCO. Il castello di Nesvizh è un miscuglio di stile barocco e rinascimentale circondato da giardini che richiamano i tradizionali roseti inglesi. Vale la pena di visitare anche gli altri siti architettonici non troppo distanti dal castello, quali il municipio, le chiese e cattedrali.

Vitaly Titov / Shutterstock.com

Il castello di Nesvizh in versione autunnale.

Kengi / Shutterstock.com

6. Zell am See (Austria)

Se non siete molto dell'umore natalizio, fate le valigie e partite per Zell am See, pittoresca destinazione sciistica incastonata tra le pieghe delle montagne, nei pressi di un lago dall'acqua cristallina. È un posto fantastico. Vi assicuriamo che non vedrete mai niente di più bello. Che gioia!

mRGB / Shutterstock.com

La regione, una delle più affascinanti e panoramiche in Austria e Europa, è una destinazione mozzafiato non solo d'inverno, ma tutto l'anno, specialmente quando i fianchi della collina sono avvolti da colori vivaci.

Oleksandr Osipov / Shutterstock.com

7. Osijek (Croazia)

Questa piccola cittadina fuori dalle reti del grande turismo è stracolma di magnifici palazzi antichi, alcuni ristrutturati, altri abbandonati, ma tutti così belli da non sfuggire agli occhi di chiunque li veda. Il vicino parco naturale di Kopački Rit è una delle zone umide più estese d'Europa, ricca di sentieri panoramici e dove è possibile fare gite in barca. L'area attorno a Osijek, Baranja, è una famosa regione vinicola piena di cantine e piccoli ristoranti che offrono il miglior vino locale.

Thoom / Shutterstock.com

La cattedrale di San Pietro e Paolo.

Thoom / Shutterstock.com

Se preferite percorrere strade meno battute, o se vi siete semplicemente stancati dei posti turistici più affollati, mettete queste cittadine sulla vostra lista delle destinazioni più sottovalutate, e sicuramente vi regaleranno delle esperienze di cui non vi pentirete.

LEGGETE ANCHE: Percorrere l’Italia a piedi con l’Atlante dei Cammini: il turismo ‘slow’ alle porte dello stivale!