Schermo contro Carta: su quale si legge meglio?

Salute e Stile di vita

Lo sviluppo della tecnologia negli ultimi decenni ha portato a una gran varietà di dispositivi che garantiscono a chiunque l'accesso a enormi volumi di informazioni, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Smartphone, tablet e lettori di e-book sono considerati un'ottima alternativa ai libri di carta, o perfino un'opzione migliore, grazie alla loro comodità. Se questo è vero, c'è qualche differenza fra l'ottenere informazioni da un libro, piuttosto che da un dispositivo elettronico? La ricerca volta a rispondere a questa domanda ha portato a risultati sorprendenti.

C'è qualche differenza nella percezione e nell'elaborazione delle informazioni?

Uno studio del 2013 in Norvegia ha esaminato due gruppi di studenti cui è stato assegnato il compito di leggere due testi di circa 1400-2000 parole. Il primo gruppo ha dovuto leggere il materiale su carta, il secondo lo ha visualizzato come PDF sullo schermo del computer. Gli studenti hanno quindi completato una serie di test in modo che lo studio potesse scoprire se ci fosse qualche differenza nell'apprendimento delle informazioni contenute nel materiale appena letto.

Gli studenti che avevano letto i testi su carta hanno ottenuto punteggi significativamente migliori di quelli che avevano letto gli stessi testi su supporto digitale e anche la velocità di lettura è risultata superiore su carta, rispetto a quella a video. Si potrebbe sostenere che abitudine e predisposizione siano stati fattori rilevanti, ma i ricercatori spiegano i risultati dello studio altrimenti. Affermano che le fonti cartacee forniscono indicatori spazio-temporali, durante la lettura. Girare e toccare le pagine aiuta la memoria, mentre lo scorrimento sullo schermo del computer non ha lo stesso effetto.

La lettura da uno schermo comporta rischi per la salute?

Le nuove invenzioni certamente ci permettono di semplificare o diversificare le nostre vite in molti modi, ma, allo stesso tempo, di solito fanno emergere nuove problematiche - collegate o meno, reali o immaginarie.

Sindrome da visione al computer

Questa sindrome non si riferisce a un singolo, specifico problema, ma a un certo numero di difficoltà legate all'occhio, alla vista e a varie sensazioni sgradevoli derivanti dall'utilizzo di schermi digitali. Definita anche "Digital Eye Strain" è attualmente molto diffusa a causa del prolungato uso di computer, tablet, lettori e smartphone. La sindrome da visione al computer è una patologia con sintomi che includono mal di testa, affaticamento, visione offuscata e occhi rossi o secchi.

Per aiutare ad alleviare l'affaticamento degli occhi, si deve chiuderli o distogliere lo sguardo dallo schermo ogni tanto, oppure seguire la regola 20-20-20, raccomandata dagli esperti: prendersi una pausa di 20 secondi per visualizzare qualcosa ad almeno 7 metri di distanza (20 piedi) ogni 20 minuti. Ciò permette agli occhi di cambiare la messa a fuoco e di riposarsi. Si può anche provare a sbattere le palpebre spesso, per mantenere gli occhi umidi, o usare colliri speciali per evitare secchezza e irritazione.

fizkes / Shutterstock.com

Mal di collo o "iPad neck" - un altro insieme di sintomi comuni causati dalla nuova generazione di dispositivi. Teoricamente, i tablet sono prodotti rivoluzionari che permettono alle persone di usarli in varie posizioni. Tuttavia, secondo vari studi, il fattore cruciale sembra non essere la posizione in generale, ma certe angolazioni tenute dalla testa quando si guarda questi dispositivi; soprattutto quando vengono utilizzati tenendoli in grembo o piatti su una scrivania. Infatti, nonostante la libertà di movimento a disposizione, la maggior parte delle persone preferisce tenere il tablet in grembo. La cosa le forza a guardare in basso e a far assumere al collo una posizione innaturale, che causa dolore al collo ("text neck" o "iPad neck"). Invece, gli esperti raccomandano di procurarsi un supporto adeguato per una facile regolazione dello schermo, di estenderlo bene e di posizionarlo a diverse angolazioni, tutte all'altezza degli occhi. Anche prendersi pause regolari e cambiare posizione spesso è altamente consigliato.

Un altro problema che i dispositivi elettronici tendono a causare, a differenza dei libri, è l'insonnia collegata a un eccessivo utilizzo dello schermo. Poiché è stato dimostrato che la luce blu dello schermo inibisce la produzione di melatonina nel corpo, i medici consigliano di smettere di utilizzare qualunque dispositivo 1,5-2 ore prima di coricarsi. In caso contrario, lo schermo può disturbare il sonno. Passare in "modalità notturna" nelle applicazioni di lettura è un'altra opzione, o, in alternativa, installare un'applicazione che che renda il colore del display più caldo.

Visti i risultati dei diversi studi, è difficile mantenere un genuino entusiasmo circa la comodità della lettura a schermo. I vari problemi che e-Reader e altri dispositivi mobili inducono alle persone quando passano ore a usarli, li rendono dolorosi per il collo, piuttosto che una fantastica alternativa alla classica lettura su carta. Cosa ne pensi?


Questo materiale è offerto a puro titolo informativo. Alcuni dei prodotti e oggetti presentati in questo articolo possono provocare reazioni allergiche o nuocere alla salute. Prima dell’uso, consultare un tecnico/specialista certificato. Il comitato editoriale non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o altre conseguenze che possano derivare dall’uso di metodi, prodotti od oggetti presentati in questo articolo.