“Oggi ho trovato un topo nel letto di mio figlio”: l’esilarante post di una mamma australiana

Ispirazione

Questa è Laura Mazza, 31 anni, di Melbourne (Australia); mamma di due bambini, casalinga, e blogger popolare su Facebook. Era imbarazzata nel raccontare questa storia, ma ha preso coraggio e ha scritto un articolo esilarante. Era la storia di un roditore malvagio, che aveva trovato nel letto del figlio Lucas.

Oggi ho trovato un topo nella cameretta di mio figlio. Stewart Little ha deciso di venire a casa nostra. L'ho visto e mi sono paralizzata. Ero bloccata, sentivo che non dovevo neanche respirare. Sapete, quando l'aria ti scappa dai polmoni.

Laura ha poi spiegato di aver subito perso la testa. E si è poi resa conto di dover chiamare suo marito.

Ha risposto al telefono e ho bisbigliato: "Un topo!". Ero così terrorizzata che ho persino balbettato. Non si tratta di Topolino, ragazzi. Sembra Ratatouille, ma molto più piccolo. Non cucinerà zuppe deliziose, lascerà in giro palline di cacca e figli ovunque. Ci cammineranno sulla faccia mentre dormiamo. E magari uno di loro potrebbe anche uscire dalla mia bocca!

I suoi pensieri precedevano le parole, ma riuscì a rimettersi in sesto e urlare al telefono:

I bambini sono in casa, i tuoi figli! Devi venire subito! Non posso salvarli!.

Il marito, però, non ha preso sul serio le sue parole e ha semplicemente riso. Ha suggerito che la moglie raccogliesse il roditore con un foglio di carta, e semplicemente lo buttasse nel cestino. Laura ha ubbidito, ma lo ha fatto perché credeva che l'animale non fosse vivo. Dopotutto, era rimasta a fissarlo per un bel po' e non lo aveva visto muoversi. Ha fatto uscire i bambini dalla stanza, chiuso la porta, e si è avvicinata al topo. E improvvisamente si è resa conto che si trattava semplicemente di un piccolo leopardo giocattolo.

All'inizio Laura aveva deciso di non confessare a nessuno questo dettaglio. Nemmeno al marito.

"Dopo quattro ore, mio marito è tornato a casa. Mi ha chiesto com'era andata tutta la faccenda. Gli ho risposto che era stato un successo!".

La blogger non era sicura se raccontare questa storia divertente, ma ne valeva la pena al 100%. In due mesi (dal 13 settembre al 10 novembre 2017) il post ha ricevuto quasi 400.000 mi piace, ed è stato condiviso più di 210.000 volte.

Avete mai pensato che qualcosa di così piccolo potesse essere così orribile? Facci sapere nei commenti!

Fonte: Fonte: Laura Mazza – Mum on the Run / Facebook