Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la risposta

PSICOLOGIA

Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la risposta

Date December 21, 2018 16:16

Avete presente quella sensazione quando siete nella vostra stanza ma poi decidete di andare in cucina per fare uno spuntino o qualcosa del genere, e nel momento in cui entrate nella stanza all'improvviso non vi ricordate più perché eravate andati lì? Restate in piedi imbarazzati e dubbiosi, tornando indietro senza ricordare di cosa avevate bisogno.

Non è necessario fissare un appuntamento con un medico: può capitare a tutti! E questo curioso fenomeno ha un nome: si chiama "doorway effect", o effetto porta d'ingresso.

Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostaPerché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la risposta

Tre scienziati americani hanno condotto un esperimento: alcuni partecipanti sono stati fatti per passare attraverso delle porte "virtuali" in una casa "virtuale" per svolgere un paio di compiti di memorizzazione. Di conseguenza, hanno scoperto che, una volta attraversate le porte, le persone spesso dimenticavano quello che avevano visto e fatto precedentemente.

LEGGETE ANCHE: Sapete mettervi nei panni degli altri? 5 caratteristiche che vi rendono empatici

Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostaPerché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostaSompetch Kanakornpratip / Shutterstock.com

In un secondo esperimento, le persone dovevano girare da una stanza all'altra di una vera casa, e l'effetto "oblio" è stato lo stesso. Gli scienziati sono quindi giunti alla conclusione che una porta può risultare come un serio "episodio informativo" per la nostra memoria, rendendo complicato ricordare l'obiettivo iniziale.

LEGGETE ANCHE: Quanto sei attento? Non tutti riescono a risolvere questi 10 semplici puzzle

Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la risposta

Se siete incappati in una serie di distrazioni durante il tragitto verso il frigorifero, come guardarvi allo specchio, accarezzare il gatto, capire che rumore proveniva dall'esterno, o avete attraversato fino a 3 porte, ci sono ottime possibilità che la vostra memoria abbia cancellato le informazioni relative allo scopo per cui eravate partiti.

Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostaPerché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostadoor catLario / Shutterstock.com

LEGGETE ANCHE: Test psicologico: rispondendo a sole quattro domande potrai determinare il tipo di personalità

Questo effetto riguarda non solo le porte, ma anche altre cose. Ad esempio, durante una conversazione avete qualcosa da aggiungere, ma siccome siete gentildonne (o gentiluomini) e non volete interrompere il vostro interlocutore, finirete per dimenticare ciò che volevate dire, in quanto il vostro cervello avrà contrassegnato nel frattempo questa informazione come irrilevante e l'avrà cancellata dalla memoria.

Perché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostaPerché spesso quando usciamo dalla porta dimentichiamo qualcosa? Gli esperti hanno la rispostathrough doorAlberto Andrei Rosu / Shutterstock.com

Ora che conoscete il "doorway effect", non dovreste più avere paura delle vostre piccole "amnesie" quando uscite di casa o chiacchierate con gli amici. Quindi, evitate di correre attraverso le porte tenendo gli occhi chiusi: cercate solo di essere più concentrati sull'obiettivo finale (e non distraetevi troppo) e non vi sentirete mai più imbarazzati o frustrati in tali situazioni.

Vi è mai capitato di ritrovarvi in queste situazioni? Condividete con noi le vostre esperienze più imbarazzanti e incredibili nei commenti.


Il materiale presentato in questo articolo ha scopi puramente informativi e non sostituisce il parere di uno specialista certificato.