Uno studente ha trovato delle palle "dorate" in mare e ha dovuto romperle a metà per scoprire se nascondevano qualche fossile all'interno

STILE DI VITA & COMMUNITY

Uno studente ha trovato delle palle "dorate" in mare e ha dovuto romperle a metà per scoprire se nascondevano qualche fossile all'interno

Data 26 novembre 2019

Le persone possono avere molti hobby diversi: alcune coltivano piante in vaso, altre collezionano bottiglie di vari colori e altre ancora dedicano tutto il tempo libero allo sport.

Non importa quello che fai: l'importante è trascorrere piacevolmente il tempo libero.

Uno studente ha trovato delle palle "dorate" in mare e ha dovuto romperle a metà per scoprire se nascondevano qualche fossile all'internoDidiPho / Shutterstock.com

Aaron Smith e le sue "palle di cannone" dorate.

Uno studente di 22 anni di nome Aaron Smith, del Regno Unito, probabilmente ha uno degli hobby in assoluto più insoliti: si diverte a cercare fossili che il mare deposita di tanto in tanto a riva.

Questa attività lo ha affascinato sin dall'infanzia, quando aveva l'abitudine di camminare con suo padre lungo la costa. E gli è sempre sembrata una cosa normale, dato che anche il papà si dedicava alla "caccia" dei fossili mentre pescava.

Poi, passati gli anni, Aaron si è iscritto alla facoltà di medicina, ma quella pazza passione è rimasta inalterata.

E così, quando ha un po' di tempo libero, si reca su spiagge diverse alla ricerca di qualcosa di interessante.

Ma che cos'hanno di speciale queste strane palle, per attirare tanto l'attenzione di Aaron? Ebbene, all'interno è possibile trovarvi una grande varietà di molluschi pietrificati.

Il suo pezzo più prezioso: un mollusco cefalopode.

Tra tutti quelli che ha trovato, forse quello recuperato alla fine di gennaio nella contea dello Yorkshire è il più prezioso di tutti.

Questa palla "dorata" ha circa 185 milioni di anni e questi reperti, di tanto in tanto, "arrivano" a terra.

Come ha spiegato Aaron, queste pietre brillano tanto grazie alla pirite che contengono:

Il nodulo di pietra calcarea (roccia) è ricoperto di pirite di ferro e questo significa che possiamo pulirlo affinché torni ad essere dorato e brillante.

Nella pietra, Aaron ha trovato un mollusco cefalopode estinto, un Cleviceras appartenente alla famiglia Hildoceritidae, per essere precisi.

Data la sua brillantezza naturale, la pirite viene solitamente chiamata "l'oro degli sciocchi" e queste palle, in particolare, sono note come "palle di cannone" per le evidenti similitudini.

Possiamo comprendere l'emozione di Aaron, perché ci sono molte cose interessanti in questo suo passatempo.

Inoltre, come ci si può sentire trovando qualcosa che ha centinaia di milioni di anni?

Che cosa ne pensi di queste "palle di cannone" con un premio all'interno?