Non mentirmi! Tre gesti che fanno cadere la maschera a un bugiardo

Vi fa star male quando qualcuno prova ad ingannarvi, vero? E quando ci riesce, è ancora più spiacevole. Quindi, come si fa ad individuare un bugiardo? È una questione particolarmente scottante, dal momento che i "rivelatori di bugie" non sono ancora stati inventati. Ma si può sempre provare a smascherarle facendo attenzione ai gesti e alle espressioni facciali!

Non mentirmi! Tre gesti che fanno cadere la maschera a un bugiardo

Lo scrittore australiano Allan Pease ha scritto un libro intitolato Body Language. How to read others’ thoughts by their gestures (Il Linguaggio del Corpo. Come leggere i pensieri degli altri tramite i loro gesti), in cui menziona i tre gesti più comuni che possono far capire in maniera abbastanza affidabile se il vostro interlocutore è un bugiardo oppure no.

LEGGETE ANCHE: Tutti mentono: come scovare un buon bugiardo

Toccarsi la bocca

Non mentirmi! Tre gesti che fanno cadere la maschera a un bugiardoTell me the truth! Three gestures that give a liar

Questo gesto risale alla nostra infanzia. Ricordate quando dicevate che la marmellata l'aveva mangiata il gatto e non voi? Per non farselo scappare, i bambini tendono a coprirsi la bocca con la mano. In questo modo, il cervello cerca inconsciamente di evitare la punizione e reprime la verità con le mani. Il meccanismo è fondamentalmente lo stesso anche negli adulti, ma la manifestazione è un po' diversa: al posto del palmo, possono essere coinvolte diverse dita o un pugno intero.

LEGGETE ANCHE: 10 tattiche che usano i manipolatori per manovrare gli altri

Stropicciarsi le palpebre

Non mentirmi! Tre gesti che fanno cadere la maschera a un bugiardoTell me the truth! Three gestures that give a liar

Il subconscio rivela inavvertitamente un bugiardo tormentato dal senso di colpa. Quando una persona vuole evitare una conversazione spiacevole o un contatto visivo diretto, solleva le palpebre e se le tocca. Poi inizia a strofinarle, e se il senso di colpa è parecchio, guarda il pavimento. Le donne sono più composte in queste situazioni e controllano meglio le loro mani, probabilmente per l'abitudine che hanno di non rovinarsi il trucco. E invece di guardare il pavimento, tendono a ispezionare con garbo il soffitto.

LEGGETE ANCHE: L'infedeltà è l'ombra di ogni relazione. Questo è il modo in cui i segni reagiscono quando imbrogliano i loro partner

Toccarsi il naso

Non mentirmi! Tre gesti che fanno cadere la maschera a un bugiardoTell me the truth! Three gestures that give a liar

Nel caso in cui un bugiardo impara a non toccarsi la bocca mentre sta mentendo, il subconscio porta comunque la sua mano al naso. E dal momento che il desiderio delle donne di apparire decenti è maggiore di qualsiasi insensata sciocchezza inconscia, il loro tocco al naso è appena visibile. Un'altra spiegazione di questo gesto è che la menzogna fa solleticare leggermente le terminazioni nervose del naso e il toccarlo è volto ad alleviare questa fastidiosa sensazione di disagio.

Non mentirmi! Tre gesti che fanno cadere la maschera a un bugiardo

L'informazione è la risorsa più preziosa del 21° secolo, quindi è fondamentale imparare a distinguere le bugie dalla verità.

Inutile dire che a volte una persona potrebbe semplicemente avere un prurito al naso: per questo bisogna anche dare importanza ai dettagli e al contesto della conversazione. Con il tempo, un comunicatore attento può imparare a distinguere i gesti ordinari dai gesti di un bugiardo! Voi vi siete mai imbattuti in bugiardi? Sapevate che hanno l'abitudine di fare questi gesti inconsci? Raccontateci le vostre esperienze nei commenti.