Allegra Versace segnata per sempre dopo la scomparsa del celebre zio

STILE DI VITA

La tragica infanzia della figlia di Donatella Versace, 'perduta' per sempre dopo la scomparsa del celebre zio

Date October 29, 2019 12:59

Donatella Versace è una delle stiliste più note al mondo. Dopo la tragica scomparsa del fratello Gianni, ha preso le redini della sua azienda di moda e l'ha rivoluzionata, pur non avendo ricevuto tutta la fortuna per sé: infatti, il fratello aveva deciso di donare il 50% dell'impresa a sua nipote.

Chi è la nipote di Gianni Versace?

Allegra è la figlia di Donatella, che ha anche un altro figlio, Daniel. Nata il 30 giugno 1986, è subito entrata nel mondo della moda. Pensate che era presente alla prima sfilata della madre a soli due giorni di vita!

Nonostante appartenga ad una famiglia facoltosa, la sua infanzia e giovinezza non sono state spensierate come si potrebbe immaginare. La celebre madre la vestiva come una bambola, ma alcuni look erano davvero stravaganti per un bambina piccola.

Allegra ha trascorso gli anni scolastici lontana dalla caotica Milano. Lei e il fratello erano accompagnati dalle guardie del corpo 24 ore su 24, 7 giorni su 7; i loro contatti erano controllati e i due sembravano vivere in una bolla.

Però, era amata dalla madre, e lo zio Gianni la considerava la sua nipote preferita e trascorreva molto tempo con lei. Si dice che le abbia instillato l'amore per l'arte e, soprattutto, per il balletto classico.

Fin da bambina, sapeva che avrebbe dovuto portare avanti l'azienda di famiglia, ma non era ciò che le sarebbe piaciuto fare. Infatti, avrebbe preferito una carriera nel mondo del teatro.

La morte di Gianni

Il primo shock della vita di Allegra è stata proprio la morte improvvisa dell'amato zio Gianni. Lo stilista è stato ucciso nel 1997, quando lei aveva solo 11 anni. Da quel momento, la ragazzina ha vissuto momenti davvero bui. All'inizio, si incolpava per non essere stata accanto a lui in quegli attimi. Credeva di aver trascorso troppo poco tempo con lui perché non ne ricordava né la voce né il volto.

I ricordi sono riaffiorati con il tempo, ma l'equilibrio mentale no. Allegra era l'erede di metà dell'impero Versace e di un'enorme fortuna, di cui avrebbe goduto una volta diventata maggiorenne.

Tuttavia, la ragazza ha deciso di seguire il suo sogno e si è recata negli Stati Uniti per studiare teatro e storia dell'arte. Da studentessa, ha iniziato anche ad interessarsi di cinematografia, disciplina che le dava grandi soddisfazioni.

I primi disturbi alimentari di Allegra Versace

Nonostante non si conoscano i dettagli esatti, si sa che la ragazza ha iniziato a soffrire di gravi disturbi dell'alimentazione. I suoi genitori hanno fatto di tutto per lottare contro l'anoressia della figlia. Allegra era insoddisfatta del suo fisico al punto di non guardare foto né video delle sue apparizioni pubbliche, nemmeno da adulta.

Prima di dimostrare interesse per gli affari di famiglia, la ragazza ha lavorato anonimamente per uno stilista straniero, aiutandolo a pubblicizzare e organizzare le sfilate.

A Casa Versace, il ruolo di Allegra era amministrativo: non aveva a che fare con il design, che era compito della madre. Insomma, era una lavoratrice a cui non era permesso prendere decisioni importanti.

Allegra preferiva la solitudine o la compagnia dei familiari più stretti. Non appariva in pubblico né con donne né con uomini, e pare non ci fosse traccia di relazione romantica nella sua vita.

Si vocifera che il successo nella famiglia Versace arrivi dopo enormi sforzi, e che la felicità personale sia difficile da raggiungere. L'introversione di Allegra la rende una persona intrigante, come se indossasse sempre una maschera in pubblico. Solo lei sa cosa si nasconde dietro il volto poco espressivo della nipote del leggendario Gianni.

LEGGETE ANCHE: "Ho una pensione da fame, dopo 50 anni di lavoro": Enzo Paolo Turchi si lamenta ma scoppia la bufera contro di lui