Ecco un semplice test per controllare la condizione dei tuoi organi interni con l'aiuto di un normale cucchiaio

Esiste un modo che può aiutarti a controllare il tuo sistema endocrino, il tuo metabolismo e anche la condizione del tuo intestino, dei reni, dei polmoni e dello stomaco in un solo istante. E, per farlo, ti serve soltanto un cucchiaio!

Che cosa bisogna fare?

  • Prendi un normale cucchiaio da tavola e strofinalo sulla parte posteriore della lingua, accertandoti di ricoprirlo di sufficiente saliva.
  • Avvolgi il cucchiaio in un normale sacchetto di plastica.
  • Aspetta per un minuto e poi studia attentamente il cucchiaio. Se è rimasto completamente pulito, allora molto probabilmente va tutto bene con le tue viscere. Invece, in presenza dei sintomi sottoelencati, è necessario consultare un medico.

Annusa il cucchiaio. Se ha un odore sgradevole, è un cattivo segnale. Ma niente panico! Molto probabilmente un odore sgradevole indica problemi con l'igiene orale. Se è questo il caso, comincia a lavarti i denti due volte al giorno e sciacqua la bocca dopo ogni pasto.

Ma, in caso di determinate malattie, il cucchiaio può comunque avere un cattivo odore:

  • l'odore di ammoniaca indica un problema ai reni;
  • un forte odore di marcio può essere segno di problemi ai polmoni o allo stomaco e indica anche un cattivo stato della mucosa orale, dei denti e delle gengive.

Dopo aver annusato il cucchiaio, esaminalo attentamente sotto una luce forte (puoi usare una lampada)

  • Se noti delle macchie arancioni sul cucchiaio, questo è il primo segnale di reflusso gastroesofageo o di una malattia cronica dei reni. Quindi, devi farti visitare da un medico!
  • Una placca grigiastra indica bronchite, elevato livello di colesterolo nel sangue o cattiva circolazione.
  • Macchie bianche sul cucchiaio possono presentarsi nel caso di alcune infezioni respiratorie. Prendi immediatamente appuntamento col tuo medico!

Prenditi cura di te stesso!


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo