Madre e figlia umiliano una sposa in carne mentre prova il suo abito nuziale. La proprietaria del negozio le mette in riga

Ispirazione

La malizia e la cattiveria sono fenomeni molto comuni al giorno d'oggi. Alcune persone non si fanno il minimo problema a essere maleducate e a offendere il prossimo.

Eppure, per fortuna, ci sono altre persone che sanno come comportarsi davanti alla cattiveria e come rimettere i maleducati al loro posto. Sono persone buone e coraggiose che desiderano proteggere i più deboli.

Una giovane ragazza stava scegliendo il suo abito nuziale in un negozio per vestiti da sposa. Era raggiante di felicità, presto il suo sogno sarebbe diventato realtà! Stava cercando il perfetto abito bianco che, nel suo giorno speciale, l'avrebbe trasformata in una principessa.

gettyimages

A un certo punto, madre e figlia entrarono nel negozio. Al notare la gioiosa ragazza, non trattennero le occhiatacce. Ad alta voce, la figlia commentò:

Non capisco come CERTE persone possano sposarsi.

La madre rispose:

Non sapevo che anche le balene si sposassero.

Al sentire queste parole gli occhi della sposa, si trattava di una ragazza un po' in carne, si riempirono di lacrime. Era imbarazzatissima e arrossì dalla vergogna. Si affrettò a provare l'abito e cercò di scappare via dal negozio, ma la proprietaria, con fare gentile, la fermò.

gettyimages

Si avvicinò quindi alle due sfacciate e disse loro:

Scusate, ma cosa vi fa pensare che troverete l'abito giusto nel mio negozio?

Con tono arrogante, la figlia rispose:

Beh, forse il fatto che siamo venute per un vestito che abbiamo già pagato.

La proprietaria si avvicinò lentamente al bancone, chiese il nome della maleducata ragazze e le presentò un documento.

La madre chiese di cosa si trattasse. La donna rispose:

Firmando questo documento, confermate che volete il rimborso per il vestito. Potete cercarlo in un altro negozio, poiché il vostro ordine è appena stato cancellato. Sono spiacente, ma mi rifiuto di aiutarvi. Ora, per favore, lasciate il negozio prima che chiami la polizia.

La figlia era fuori di sé dalla rabbia. Infuriata, iniziò a lanciare tutto ciò che le capitava per le mani e a rompere le vetrine del negozio. Si sarebbe sposata fra un mese, non c'era abbastanza tempo per trovare un altro vestito!

La madre tentò di protestare:

Abbiamo ordinato quel vestito perché era quello giusto! Come ha potuto cancellare il nostro ordine?

E la donna rispose:

Ho cancellato il vostro ordine perché non voglio che nessuna donna si senta che non è degna di essere sposata per il suo aspetto. È evidente che voi due vi considerate meglio degli altri. Ebbene, nel mio negozio non c'è posto per gente come voi, infatti ora chiamo la polizia. Dal momento che ho i dati della vostra carta di credito, ho tutto il diritto di chiedere il rimborso per tutti i danni che sua figlia ha causato al mio negozio.

Le due donne, furiose, lasciarono il negozio e la nostra sposa fu commossa nel vedere l'atteggiamento della proprietaria.

gettyimages

Le due sfacciate protagoniste di questa storia non sapevano che la figlia della proprietaria soffriva di un disturbo ormonale che non le permetteva di perdere peso. Perciò, nessuno più di lei al mondo poté capire come si era sentita la ragazza.

Condividete questa storia con i vostri amici e familiari, se pensate che le persone non dovrebbero essere giudicate dalla loro apparenza!