Gli esperti in materia di salute affermano che avere un ciclo di sonno regolare può essere un modo semplice per ridurre il rischio di sviluppare le forme di demenza più comuni.

Orawan Pattarawimonchai / Shutterstock.com

Un nuovo studio, condotto dalla Washington University, ha scoperto quali sono le ripercussioni derivanti dai disturbi del sonno sull'uomo. In particolare, lo studio ha rivelato che le persone che trascorrono anche solo una notte in bianco sono più inclini a sviluppare l'Alzheimer.

Lo studio sperimentale ha coinvolto venti partecipanti di età compresa tra i ventidue e i settantadue anni. I ricercatori hanno chiesto loro di dormire presso il centro di sperimentazione clinica allo scopo di sottoporli alla tomografia ad emissione di positroni (PET) e ottenere una scansione il giorno seguente.

Atthapon Raksthaput / Shutterstock.com

Le scansioni hanno dimostrato che i livelli di proteine nel cervello dei partecipanti rientravano nella norma.

Naeblys / Shutterstock.com

Due settimane più tardi, i partecipanti sono tornati al centro, ma stavolta sono stati svegliati nella notte da un'infermiera a intervalli regolari. In seguito, sono stati sottoposti nuovamente ai test e alle scansioni e gli esiti sono stati leggermente diversi dai precedenti.

In diciannove partecipanti su venti, il cervello conteneva il 5% in più di beta-amiloide rispetto al livello iniziale di proteine.

Photographee.eu / Shutterstock.com

L'Alzheimer è una patologia neurodegenerativa, quindi si manifesta quando le cellule cerebrali subiscono danni. Lo studio ha dimostrato che il sonno funge da "sistema fognario" del nostro cervello. Quindi, dopo almeno una notte caratterizzata da disturbi del sonno, il cervello si intasa di rifiuti, tra cui il beta-amiloide.

tab62 / Shutterstock.com

Gli scienziati ritengono che le cause dell'Alzheimer siano molteplici, poiché la genetica, lo stile di vita e l'ambiente, hanno tutti un impatto altrettanto notevole sulla salute.

Tuttavia, per ridurre al minimo il rischio di sviluppare questa malattia devastante per il cervello, c'è una cosa che puoi fare: dormire a sufficienza! Ti auguriamo che tu possa mantenerti in salute ed essere produttivo il più a lungo possibile!


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo