Bimbo diversamente abile ridacchia troppo al cinema: lui e l

VITA REALE

Bimbo diversamente abile ridacchia troppo al cinema: lui e la madre vengono cacciati dalla sala

Date April 22, 2019 13:15

In un messaggio strappalacrime, la madre 43eenne di un bambino con necessità speciali, da Lake In The Hills (Stati Uniti) ha raccontato a WGNTV una terribile vicenda accaduta a suo figlio.

La donna ha spiegato:

"Voglio che le persone capiscano che devono essere più gentili e mettersi nei panni altrui di tanto in tanto."

In un post Facebook, ha raccontato di aver portato i figli, tra cui il piccolo di tre anni affetto da una rara forma di nanismo che lo costringe su una sedia a rotelle, a vedere il film ‘Dumbo’, presso il coinema AMC.

In due punti del film, il bimbo ha riso a volce alta per circa 20 secondi.

Poco dopo, una dipendente del cinema si è avvicinata a lei chiedendole di andarsene, perché qualcuno si era lamentato del vociare del bambino.

La madre, mortificata, ha detto che il figlio aveva riso solo un paio di volte, ma la dipendente non si è lasciata convincere.

Jennifer si era appositamente posizionata nelle ultime file della sala per evitare di disturbare, e le era costato grande sforzo portare fino a lì la sedia a rotelle, l'ossigeno e il cibo per il figlio.

Una volta uscita dalla struttura, si è fatta prendere dall'emozione ed è scoppiata a piangere.

Poi lo staff ha cercato di rimediare proponendole di ritornare per assistere privatamente al film o sceglierne un altro.

Tuttavia, la madre ferita ha detto di lavorare a tempo pieno, quindi ricavare del tempo libero per tornare al cinema le sarebbe stato difficile.

Allora, si è rivolta a Facebook per sfogarsi. Quando WGNTV ha riportato la sua storia, la donna ha detto che non si sarebbe mai aspettata che il cinema si comportasse in maniera così scortese e discriminatoria.

Inoltre, ha incolpato i dipendenti del cinema di non essersi informati sulla situazione prima di intervenire e cacciarla.

Sul social media, molti internauti hanno tentato di consolarla, dicendole di essere dalla sua parte e condannando l'atteggiamento della struttura.

Devono assolutamente porre rimedio a questo! Inaccettabile, dal teatro AMC.

Spero che facciano davvero tutto ciò che è in loro potere per rimettere a posto le cose con questa famiglia.

Voi a chi date ragione: allo staff del cinema o alla madre del bimbo diversamente abile?