Cacciati dall'aereo per non aver ceduto il sedile del figlio

VITA REALE

Cacciati dall'aereo per non aver ceduto il sedile del figlio di 2 anni: coppia racconta la snervante esperienza

Date March 27, 2019 12:19

Dopo aver pianificato una bella vacanza con la famiglia, l'ultima cosa che ci si aspetterebbe è di vederla rovinata a causa di altre persone. Purtroppo, Brittany e Brian Schear hanno dovuto affrontare questa terribile realtà.

LEGGETE ANCHE: Accusata di puzzare, una famiglia viene fatta scendere da un aereo

La coppia dalla California e i due figli stavano tornando a Los Angeles da Maui, Hawaii. Dopo essersi imbarcati sull'aereo, è stato loro chiesto di cedere il posto dei figli.

Cacciati dall'aereo per non aver ceduto il sedile del figlio di 2 anni: coppia racconta la snervante esperienzaNBC News / YouTube

L'intera vicenda, ripresa con il cellulare da Brittany, mostra l'hostess mentre spiega che non è permesso dalla legge tenere un bimbo di 2 anni in un seggiolino nell'aereo. La coppia avrebbe dovuto tenere i figli in braccio per l'intera durata del volo.

È capitato perché il volo era in overbooking e c'erano molte persone in attesa di essere imbarcate.

Anche a Brian è stato chiesto di cedere il posto ma si è rifiutato, spiegando di averlo pagato.

Il sedile era inizialmente destinato al figlio di 18 anni, Mason, che era rientrato a Los Angeles prima in modo da cedere il suo posto al fratellino di due anni.

LEGGETE ANCHE: In aereo una sconosciuta ha offerto il proprio aiuto alla mamma disperata ed è riuscita a calmare la neonata

Cacciati dall'aereo per non aver ceduto il sedile del figlio di 2 anni: coppia racconta la snervante esperienzaFamily Goes Through A Nerve-Racking Experience As They Were Kicked Off A Flight After Refusing To Give Up Their 2 Year Old's SeatNBC News / YouTube

Brian ha ribadito all'assistente di volo che aveva già spiegato la situazione al gate, e che gli era stato permesso di salire a bordo con il figlio minore. Tuttavia, l'hostess non era d'accordo e ha iniziato a minacciare la famiglia.

“Questo è un reato federale. Lei e sua moglie rischiate la galera, e i figli di finire in custodia."

In realtà, non è vero, secondo le regole delle compagnie aeree. La minaccia ha fatto preoccupare Brittany. Intervistata da NBC News, ha affermato:

"Non amo gli scontri con le persone. Quando si è madri, si hanno con sé i figli di 1 e 2 anni e si ricevono questo genere di minacce, beh...sapere di essere contro la legge mi ha fatto saltare il cuore in gola."

Dopo il disguido, la famiglia ha raccontato di essere stata cacciata dall'aereo. Era passata la mezzanotte, quindi la coppia e i bambini hanno dovuto dormire in una stanza d'hotel, spendendo circa 2 mila euro.

Delta Airline si è comunque scusata con la famiglia dopo la diffusione del video sul web, e ha dichiarato di aver rimborsato le 'vittime' per l'increscioso incidente.

Non è stata certo un'esperienza piacevole, e speriamo che non accada più a nessuno. Voi credete che abbia ragione la compagnia aerea o la famigliola?

LEGGETE ANCHE: Compagnia aerea si rifiuta di far imbarcare un giovane padre con il suo neonato: un'anziana salva la situazione