Il famoso dipinto "L'ultima Cena": 7 fatti poco noti su un vero capolavoro artistico

Probabilmente non esiste persona al mondo che non conosca L'Ultima Cena (Cenacolo), la famosa opera d'arte dipinta da Leonardo Da Vinci.

Georgios Kollidas / Shutterstock.com

L'artista impiegò tre anni per completarla e il risultato è oggetto d'ammirazione da più di 500 anni. È l'opera d'arte più studiata e riprodotta, ma, nonostante ciò, molti dei misteri che la circondano non sono ancora stati risolti. Ecco qualche curiosità sul famoso dipinto che potrebbero davvero sorprendenti.

1. Le sue dimensioni sono impressionanti. Sebbene le copie possano variare nelle misure, l'originale è di circa 4.5 x 8.9 metri.

via GIPHY

2. Leonardo Da Vinci terminò l'opera nel 1498 e la dipinse su una parete della sala da pranzo del Convento di Santa Maria delle Grazie. Spostarla in un museo sarebbe una vera sfida e potrebbe danneggiare il dipinto, che perciò resta a Milano.

gettyimages

3. Da Vinci dipinse il capolavoro usando una nuova tecnica che nessuno aveva mai provato prima. Il famoso metodo dell'affresco in quel momento non si adattava alle sue esigenze. Limitava il tempo a disposizione del pittore, in quanto era necessario completare il lavoro prima che l'intonaco bagnato, la superficie per il dipinto, si asciugasse. Invece, Leonardo utilizzò un proprio metodo usando la pittura a tempera, anche se si rivelò un fallimento, poiché con il tempo il dipinto iniziò a deteriorarsi.

HildaWeges Photography / Shutterstock.com

4. L'artista fu attento nello scegliere i modelli maschili. Fece fatica a trovare un uomo che potesse interpretare in modo convincente Giuda, il traditore. Alla fine Da Vinci trovò un condannato per vari crimini, un vero criminale, il cui aspetto gli fu d'ispirazione.

5. Il momento catturato nel dipinto è quello in cui Gesù scopre che uno dei suoi amici è un traditore, il che spiega i volti arrabbiati degli apostoli e lo sguardo confuso di Gesù.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Допис, поширений ELENA GUBANOVA DESIGNER (@ele.gubanova)

 

 

6. Ci sono stati infiniti dibattiti sul cibo sul tavolo e sul suo significato simbolico. Il sale versato proprio accanto al gomito di Giuda significa sfortuna e perdita. Il pesce sul tavolo è il primo simbolo del Cristianesimo.

Alina Cardiae Photography / Shutterstock.com

7. C'erano 3 copie iniziali del dipinto fatte dagli studenti di Da Vinci. Una di queste, una copia completa, è esposta nella Royal Academy of Arts di Londra.

Questo è uno studio sull'Ultima Cena tratto dai quaderni di Leonardo, che mostra nove apostoli identificati dai nomi scritti sopra le loro teste.

L'Ultima Cena ha attirato tanta attenzione in tutto il mondo ed è un patrimonio artistico e religioso molto importante. È stato restaurato molte volte dopo i danni causati dal tempo e dai visitatori.

PrakichTreetasayuth / Shutterstock.com

Il muro del monastero di Milano dove si trova il dipinto originale ha resistito molto, ma il dipinto è ancora lì, un vero capolavoro e la più grande e la più misteriosa opera d'arte di tutti i tempi.

LEGGETE ANCHE: Bacio d'amore tra Luigi di Maio e Matteo Salvini, volontariato di Giorgia Meloni e Totti santo. I murales di Tvboy scatenano i commenti dei romani