Non può avere figli: la sorella gemella diventa madre surrogata dei suoi bambini

STILE DI VITA & COMMUNITY

Diventa la madre surrogata per la sorella gemella, che non può avere figli: "Ha sempre voluto un bambino"

Data 19 settembre 2019

Si dice che i gemelli condividano un legame davvero unico, e molti credono che si tratti perfino di telepatia.

Jill Noe, ex giocatrice di basket dall'Arizona (Stati Uniti), e la sua sorella gemella, Whitney Bliesner, ne sono la prova vivente.

LEGGETE ANCHE: Voleva dare un fratellino al figlio: partorisce 5 gemelli, di cui 3 nello stesso sacco amniotico, contro tutti i pronostici

Dopo che le è stata diagnosticata una rara patologia genetica causata da un tumore benigno al cervello, la vita di Whitney non è più stata la stessa.

Allora adolescente, ha dovuto superare molti ostacoli durante la crescita, tra cui sei interventi chirurgici. Di conseguenza, ha perso la vista dall'occhio sinistro nel 2000, e l'udito dall'orecchio destro.

Al contrario, la gemella Jill ha sempre goduto di ottima salute, nonostante abbia confessato che Whitney è molto più forte di lei.

Il desiderio di maternità

Whitney ha incontrato l'amore della sua vita, Pete Bliesner, e l'ha sposato nel 2016. La precarietà della sua salute avrebbe messo a rischio un'eventuale gravidanza: suo figlio avrebbe potuto ereditare il suo stesso disturbo, la neurofibromatosi, e altre complicazioni.

L'unico modo per avere un bambino era quello di rivolgersi ad una madre surrogata che donasse anche i suoi ovuli.

Purtroppo, la giovane ha dovuto rinunciare perché l'opzione dell'utero in affitto è estremamente dispendiosa.

Un gesto di puro amore

Quando Jill è venuta a sapere del desiderio della sorella, ha deciso di diventare la madre surrogata di cui aveva bisogno. Si è trattato di un vero atto di altruismo, considerando quanto lei fosse concentrata sulla sua carriera.

Intervistata da TODAY, Jill ha spiegato che desiderava davvero che la gemella avesse una famiglia.

“Ha sempre voluto diventare mamma e la sua malattia l'ha già privata di molte cose. Non avrei mai permesso che il gene NF2 le strappasse anche quell'opportunità. Lei è la mia migliore amica, e so che avrebbe fatto lo stesso per me."

LEGGETE ANCHE: A 4 anni era già un genio e poi decide di diventare donna dopo una lunga crisi di identità: “Mi sentivo intrappolata”

Tuttavia, la situazione è apparsa più complicata del previsto. Il primo tentativo di fecondazione in vitro non ha funzionato, però le ragazze non si sono perse d'animo e hanno tentato di nuovo.

A giugno del 2019, Jill ha partorito due gemelli! Ora la sorella Whitney è una madre al settimo cielo!

Whitney ha ringraziato la gemella per il sostegno e per averle permesso di scoprire cosa significa vivere il dono della maternità.

Congratulazioni alla neomamma e complimenti alla sua gemella per il coraggioso atto!

LEGGETE ANCHE: “Un bell'atto di egoismo!” A 43 anni diventa madre con l'inseminazione artificiale ma viene travolta da furiose critiche