Gli effetti positivi e negativi delle emozioni di una madre sul proprio bambino durante la gravidanza

Famiglia e bambini

Un gran numero di studiosi si è impegnato a dimostrare, nel corso del XX secolo, che il feto non ha memoria emotiva. In altre parole, che non c'è alcun tipo di attività emotiva e cognitiva. Ma nel corso degli ultimi 10 anni alcuni studi hanno dimostrato che il feto può in realtà provare emozioni ed è in grado di rispondere agli stimoli.

Il feto cresce sotto l'influenza ambientale energetico-emotiva che crea la madre. La pelle della madre diventa un confine che connette il mondo esterno a quello interno. Perciò, luci, suoni e sensazioni che la madre riceve e trasmette, attivano e stimolano il bambino.

Alexander Lukatskiy / Shutterstock.com

I segnali che il corpo del bambino usa per crescere vengono ricevuti tramite l'attaccamento emotivo ed energetico con la madre. Ecco perché la connessione emotiva con la madre è così importante, in quanto determina la crescita biologica.

Come agiscono le emozioni negative sul feto?

Vladislav Lazutin / Shutterstock.com

Quando la madre prova lutto, stress, tristezza o malinconia, il bambino può percepirlo. Questo avviene perché il corpo riceve segnali nervosi che indicano l'umore, e produce sostanze chiamate catecolamine, che causano un aumento nella respirazione e nella pressione sanguigna.

Il bambino non solo è in grado di percepire questi cambiamenti e sentirsi emotivamente affetto da essi, ma può anche soffrire di brachicardia o tachicardia: un aumento o una diminuzione del battito cardiaco.

Come agiscono le emozioni positive sul feto?

George Rudy / Shutterstock.com

Contrariamente a tutti i miti, l'orgasmo della donna può agire positivamente sul bambino. Quando la madre prova piacere, gioia ed eccitazione, produce serotonina, l'ormone della felicità. Il bambino riceve queste sostanza e prova sentimenti positivi. Inoltre, l'orgasmo è un modo di rafforzare il proprio legame con la figura paterna.

Lucky Business / Shutterstock.com

Quando il bambino riceve endorfine dalla madre, acquisisce un grandissimo sentimento di felicità e sicurezza.

Ricorda che il nostro legame col bambino non è solo biologico, ma anche emotivo e psicologico. Ecco perché è importante trasmettere emozioni positive, perché in questo modo aiuteremo il bambino a essere più forte, aiutandolo a crescere in maniera più sana possibile.

Se ritieni che queste informazioni siano interessanti, non dimenticarti di condividerle con amici e famiglia!

Fonte: Fonte: Infogen


Questo post ha scopi puramente informativi. Non intende sostituirsi al parere medico. Fabiosa Italia declina ogni responsabilità in merito a eventuali conseguenze derivanti da qualsiasi trattamento, procedura, esercizio fisico, cambiamenti dell'alimentazione, azione o applicazione di farmaci in seguito alla lettura delle informazioni contenute in questo post. Prima di sottoporsi a qualsiasi trattamento il lettore dovrebbe consultare il proprio medico curante o un altro specialista.