9 segnali d'allarme che possono indicare una grave carenza di calcio nel corpo

Salute e Stile di vita

Il calcio è il minerale più abbondante presente nel corpo umano. Si trova in grandi quantità nelle ossa e nei denti, ma anche nel sangue, nei neuroni e in altri tessuti del sistema nervoso. È stato stimato che il 70% dello scheletro è composto di calcio. Contribuisce alla coagulazione del sangue, a regolare il ritmo cardiaco e permette ai muscoli di rilassarsi e contrarsi.

Poiché svolge funzioni molto importanti, è fondamentale conoscere i sintomi che potrebbero indicare la carenza di questo minerale nel corpo umano: a lungo andare questa carenza può causare malattie come l'osteoporosi.

Ecco nove segnali d'allarme che indicano la carenza di calcio nel corpo:

1. Crampi muscolari

A volte questi spasmi si verificano a causa di un sovraccarico del muscolo o per l'assenza di potassio, ma quando si ripetono potrebbero indicare mancanza di calcio nelle ossa. Se si avvertono crampi alle cosce, ai polpacci o alle braccia, bisogna aumentare l'assunzione di calcio.

2. Insonnia

Molti stati di insonnia sono la conseguenza di una riduzione dei livelli di calcio. In altre parole, avere difficoltà a dormire potrebbe significare che il corpo ha bisogno di più calcio.

3. Crepe nei denti

I denti hanno una elevata quantità di calcio, quindi una riduzione del suo consumo influirà sulla loro salute. I segnali d'allarme sono: la presenza di carie, denti giallastri e fragili, infezioni dentali.

4. Pelle secca e unghie fragili

Il calcio gioca un ruolo fondamentale per il ripristino della pelle e delle unghie. Quindi, quando non c'è abbastanza quantità di questo minerale, possono insorgere problemi di pelle secca e unghie fragili.

5. Ipertensione

Molti minerali contribuiscono a regolamentare la pressione del sangue nel corpo. Tra questi possiamo citare il calcio come uno dei responsabili del controllo della pressione sanguigna. Assumere una sufficiente quantità di calcio potrebbe significare prevenire possibili complicazioni, come l'ipertensione.

6. Problemi ai capelli

Secchezza, perdita e fragilità dei capelli sono segnali sicuri che il corpo soffre di carenza di nutrienti, tra cui il calcio.

7. Dolore articolare e osseo

Il dolore alle articolazioni e alle ossa può essere un segnale di malattie croniche come l'artrite e l'artrosi. Questa condizioni si manifestano a causa di una frattura o della perdita di densità ossea a causa della carenza di calcio.

8. Dolore mestruale

Anche se la sindrome premestruale è diversa per ogni donna, in alcuni casi questi spasmi si possono ricondurre alla quantità di calcio presente nel corpo. È stato dimostrato che adeguate quantità di calcio nel sangue possono contribuire a ridurre il dolore, il gonfiore addominale, la ritenzione idrica, l'ansia e la depressione.

9. Fratture ossee

La carenza di calcio può provocare fratture ossee e infiammazione dei tendini. Cosa molto più importante, aumenta il rischio di sviluppare l'osteoporosi dopo i cinquant'anni.

I medici consigliano di assumere cibi che aumentano la quantità di calcio nelle ossa, nei muscoli e nel sangue. Molti sono gli alimenti consigliati, quali frutta secca, prodotti lattiero-caseari, broccoli, verza, cavoletti di Bruxelles, pesce, uova e succo d'arancia.

Se sospettate di avere una carenza di calcio, contattare il medico per discuterne i sintomi, ma prima di farlo, cercate di cambiare stile alimentare, includendo cibi con più nutrienti e minerali come il calcio.

Fonte: Fonte: Melhor com saúde

LEGGETE ANCHE: 5 segnali che indicano carenza di ferro nell’organismo


Questo post ha scopi puramente informativi. Non intende sostituirsi al parere medico. Fabiosa Italia declina ogni responsabilità in merito a eventuali conseguenze derivanti da qualsiasi trattamento, procedura, esercizio fisico, cambiamenti dell'alimentazione, azione o applicazione di farmaci in seguito alla lettura delle informazioni contenute in questo post. Prima di sottoporsi a qualsiasi trattamento il lettore dovrebbe consultare il proprio medico curante o un altro specialista.

Raccommandiamo