La strada più ripida del mondo è nata per sbaglio, ma ora detiene il record mondiale del Guinness dei Primati

Ispirazione

Baldwin Street è riconosciuta dal Guinness dei primati come la strada più ripida del mondo. Si trova sul lato nord di Signal Hill, una collina prominente che domina il porto di Otago, con una pendenza di 1:2,86.

Una publicación compartida por Louise Gebhard (@louiseygee) el

La ripida salita non è stata intenzionale, le strade sono state elaborate dal topografo Charles Kettle senza prendere in considerazione il terreno. In effetti, alcune delle strade nel progetto non potevano proprio essere costruite.

Una publicación compartida por

Contrariamente alla maggior parte delle strade presenti in Nuova Zelanda, questa è coperta di cemento, non di asfalto. La pendenza è così ripida che ci sono delle scale sul lato della strada anziché un marciapiede.

Una publicación compartida por Tom Wall (@thomaswall92) el

Ci sono vari eventi che si tengono annualmente su Baldwin Street, uno dei quali è la competizione "Jaffa" nell'annuale Carnevale del Cioccolato di Cadbury, dove vengono fatte rotolare 30 mila gigantesche torte di Jaffa lungo la strada. Ogni Jaffa è numerata e diversi beneficiari locali e nazionali vendono sponsorizzazioni per raccogliere fondi. Nella parte inferiore di Baldwin Street, le torte Jaffa vengono incanalate verso un imbuto, da quale viene scelto un vincitore.

Una publicación compartida por Emma O'Donnell (@emmaod93) el

Un altro evento importante è il Baldwin Street Gutbuster, una corsa verso la cima della strada e poi di nuovo verso il basso. Circa un migliaio di persone competono in diverse categorie, ma il record non viene battuto da oltre un decennio. Locali e turisti provenienti da tutto il mondo partecipano all'evento.

Una publicación compartida por Bryan & Lucie (@couple_of_weeks) el

 

Se una corsa dovesse sembrare troppo pesante, uno può sempre partecipare camminando secondo i propri tempi. Ci vogliono circa dieci minuti per percorrere la strada che è lunga circa 350 metri. Ma non c'è da preoccuparsi, in cime c'è una fontanella per rinfrescarsi.

Fonte: Dunedin