Lo chiamano il "Nonno del CrossFit": ha settantotto anni e può competere con qualsiasi giovanotto per quanto riguarda il sollevamento pesi

Ispirazione

Nessuno di noi può sfuggire al tempo. Non esiste una formula magica che possa rallentare lo scorrere del tempo e rimandare l'arrivo della terza età. Gli sforzi degli esperti nel campo della scienza, della bellezza e dell'attività fisica possono soltanto dare dei risultati che mascherano i segni del tempo grazie a una migliore qualità della vita, ma il tempo stesso è inesorabile.

Tuttavia sembra che il settantottenne Jacinto Bonilla la pensi in modo diverso.

A post shared by Jacinto Bonilla (@crossfit1939) on

Questo cittadino newyorkese è stato soprannominato il “nonno del CrossFit”, un titolo decisamente meritato. Il nonnino riesce a eseguire i box jump fino a un'altezza di un metro, le flessioni con un braccio solo, ad arrampicarsi su una fune di cinque metri e a sollevare pesi che la maggior parte delle persone con la metà dei suoi anni non riuscirebbe a sollevare.

A post shared by Jacinto Bonilla (@crossfit1939) on

Adoro essere forte. Mi piace riuscire a muovermi e a fare cose che molti giovani non possono o non vogliono fare.

Comunque dietro questa grande passione per l'allenamento si nasconde la motivazione principale di Jacinto: continuare a invecchiare mantenendosi forte, in modo tale da non dover dipendere dai figli o da uno dei dodici nipoti.

A post shared by Jacinto Bonilla (@crossfit1939) on

Jacinto è anche sopravvissuto a un cancro alla prostata che lo ha colpito nel 2008.

A post shared by Jacinto Bonilla (@crossfit1939) on

Quest'uomo è un esempio straordinario del fatto che i problemi dovrebbero essere affrontati con coraggio, autocontrollo e duro lavoro. Sembra che, chilo a chilo, si stia costruendo una qualità di vita migliore per la sua vecchiaia.

Fonte: Fonte: Hola!