I cinque alimenti che aumentano in modo naturale i livelli di ferro nel sangue per prevenire malattie

Salute e Stile di vita

Molte persone nel mondo hanno il livello del ferro basso. Questo è molto dannoso in quanto il ferro svolge diverse e importanti funzioni nel corpo. Ad esempio, produce l'emoglobina responsabile di muovere l'ossigeno verso tutte le cellule e aiuta il nostro sistema immunitario a mantenersi sano.

La quantità di ferro presente nel sangue è naturalmente bassa. Ecco perché un'alimentazione corretta è uno dei modi più significativi per ottenere i livelli di cui abbiamo bisogno. Di seguito alcuni alimenti che possono aiutare ad alzare il nostro livello di ferro.

1. Cioccolato fondente

Il delizioso cioccolato fondente è uno degli alimenti principali che garantiscono al nostro corpo ferro e tanti altri benefici. Mangiandone solo 30 gr, il nostro corpo acquisirà circa 3 mg di ferro.

2. Lenticchie

Se non amiamo molto questo legume, ma abbiamo livelli bassi di ferro, è ora di cambiare le nostre abitudini. Le lenticchie, oltre a fornire ferro, rappresentano un'importante fonte di proteine. Infatti è il legume che ne contiene di più.

3. Spinaci

Anche se le verdure in generale sono ricche di ferro, gli spinaci sono gli "esperti" in materia. Mangiandone almeno tre porzioni al giorno, il nostro sangue acquisirà 18 mg di ferro. Non è un caso che Braccio di Ferro ne sia ghiotto.

4. Patate

Anche le patate possono aumentare i livelli di ferro. Ad esempio, 100 gr di patate forniscono 0,8 mg di questo minerale. Se da un lato bisogna stare attenti alla quantità di patate che consumiamo, dall'altro può avere una funzione preventiva, se consumato come complemento ad altri alimenti.

5. Semi di sesamo

Un cucchiaino di questi piccoli semi fornisce 1,3 mg di ferro. Per questo motivo, si consiglia di usare il sesamo come complemento per insalate, condimenti o anche yogurt.

Come abbiamo visto, esistono molti modi per aumentare i nostri livelli di ferro nel sangue. Semplicemente includendo questi cinque alimenti nella nostra dieta, saremo pronti a mantenere i livelli di ferro necessari. Tuttavia, bisogna ricordare che solo con analisi e diagnosi mediche possiamo sapere se soffriamo di questa condizione.

Fonte: Fonte: VIX


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

Raccommandiamo