Rivelati nuovi dettagli sugli ultimi minuti di vita del "cacciatore di coccodrilli"

Celebrità

Steve Irwin, meglio noto come il "cacciatore di coccodrilli", è stato una celebrità televisiva per i suoi documentari sulla fauna selvatica, soprattutto su creature tanto temute come leoni, coccodrilli e tigri.

gettyimages

Di origine australiana, lui e sua moglie Terri dirigevano uno zoo in Australia e avevano due bellissimi figli. Condussero la vita che avevano sempre sognato, finché una disgrazia non pose fine ai loro progetti per il futuro.

gettyimages

Steve stava girando il suo documentario "I più letali dell'oceano", quando si imbatté in una manta.

La cosa strana è che lo stesso cameraman, Justin Lyons, assicurò che le razze in generale sono piuttosto tranquille e tendono ad allontanarsi quando avvertono la presenza degli uomini, ma quella volta fu diverso.

gettyimages

Il 4 settembre 2006 Irwin fu colpito al petto con la coda da una manta che gli provocò una profonda ferita vicino al cuore.

gettyimages

Justin non si rese conto della gravità della cosa finché non notò un'enorme macchia di sangue e, velocemente, si avvicinò per aiutare Steve, ma era troppo tardi. Cercò di incoraggiarlo a lottare, dicendogli di ricordare sua moglie e i suoi figli, ma tutto ciò che l'amante degli animali riuscì a dire fu:

Sto morendo.

La sua morte fu uno shock per tutti, soprattutto perché era sempre stato molto coraggioso e non ci si sarebbe mai aspettati che a porre fine alla sua vita sarebbe stato un animale apparentemente inoffensivo.

Fonte: Fonte: Mirror