Una mamma brasiliana convinta che le avessero scambiato la figlia alla nascita, ebbe poi altri due bambini albini

Ispirazione

January 31, 2018 17:52 By Fabiosa

La famiglia è molto varia perché, nel corso degli anni, diversi gruppi etnici, culture e razze si sono mescolati e uniti per dare origine alla gran bella diversità che abbiamo attualmente nell'umanità. Effettivamente se osserviamo il volto di ognuno, noteremo che abbiamo dei tratti ben diversi, e mentre è vero che in famiglia ci si assomiglia, è anche vero che non siamo tutti esattamente uguali, a meno che non si stia parlando di gemelli identici.

In ogni famiglia ci sono molti tratti che possono essere evidenziati per associare ognuno di noi a qualche parente, soprattutto le somiglianze fisiche come i capelli, il colore degli occhi e magari la cosa più semplice che però spesso cambia: il colore della pelle.

La genetica applica le leggi di Mendel e a volte è la terza generazione a sorprenderci con un colore di pelle differente. Questa fu la sorpresa che lasciò a bocca aperta una donna di nome Rosamere De Andrade, proveniente da Recife in Brasile, alla nascita della prima figlia, Ruth.

Barcroft TV / YouTube

Quando Rosamere vide la piccola non riuscì a credere che fosse sua figlia e piuttosto pensò che le infermiere avessero commesso un errore e le avessero portato la bambina sbagliata. Ma non era così: Ruth era nata affetta da albinismo, un difetto della pelle causato dalla scarsa produzione di melanina, la sostanza naturale del corpo che dà colore ai capelli, alla pelle e all'iride degli occhi.

Barcroft TV / YouTube

Rosamere e suo marito hanno sei figli, tre dei quali sono nati con la pelle scura, come i loro genitori, e tre con la pelle bianchissima essendo affetti da albinismo: Ruth, Estefani e il più piccolo, Kauan.

Barcroft TV / YouTube

Ma questa famiglia brasiliana vive la sua vita quotidiana come qualsiasi altra. I bambini vanno a scuola e tra fratelli si sostengono sempre. Spesso gli altri studenti sono costernati o colti da ammirazione quando vedono questi bambini dalla pelle così bianca. Tuttavia, ci sono ancora tante vittime della molestia che purtroppo è ancora una realtà presente anche se poco a poco si sono ridotti i numeri di casi, perché dopotutto siamo tutti uguali e dobbiamo rispettarci e aiutarci a vicenda.

Barcroft TV / YouTube

Va notato che coloro che soffrono di albinismo non solo hanno la pelle, i capelli e gli occhi estremamente chiari, ma spesso soffrono di problemi alla vista, sono molto sensibili ai raggi solari e hanno maggiori probabilità di sviluppare un tipo di cancro della pelle chiamato melanoma. Si ritrovano quindi a dovere prestare particolare attenzione quando si espongono al sole o devono semplicemente evitare le ore di massima irradiazione.

Questa condizione può essere trasmessa dai genitori ai bambini ed è dovuta a un difetto in uno dei geni quando il feto si forma nell'utero della madre.

Tuttavia, in un mondo globalizzato e avanzato come quello nel quale viviamo, ci sono ormai vari metodi e cure per le persone che soffrono di albinismo. Tra l'altro, attraverso un processo di amniocentesi, è già possibile determinare prima della nascita se la madre darà alla luce un bambino albino. In questo modo gli potranno essere amministrate già in anticipo tutte le cure necessarie tramite l'utero materno.

Barcroft TV / YouTube

Ci piace tanto vedere come l'amore, il rispetto e il supporto sono forti in questa famiglia e come la diversità del colore della pelle sia un elemento di arricchimento per la società.

Fonte: BarcroftTv / YouTube