Otto sintomi comuni che mettono in guardia sulla potenziale sofferenza di nefropatie

Come probabilmente sai, i reni sono degli organi importanti del corpo umano e in generale, se conduciamo uno stile di vita sano, non dovrebbero darci problemi. Tuttavia, non siamo esenti dal contrarre alcune infezioni o malattie che possono interessare questa parte del corpo.

Poiché curare i reni è molto importante e il loro malfunzionamento è veramente dannoso per la nostra salute, oggi vogliamo condividere alcuni sintomi per la diagnosi precoce delle malattie renali e per poter ricevere delle cure adeguate in tempo.

1. Anemia.

Una delle funzioni che i reni hanno è la secrezione di un ormone chiamato Eritropoietina (EPO). Questo ormone è responsabile della stimolazione della produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo. Secondo alcuni studi, circa il 90% di EPO viene prodotto nei reni e quando si ammalano smettono di produrlo nelle quantità richieste. Pertanto, è possibile che l'anemia sia un sintomo di problemi renali come l'insufficienza renale.

2. Estrema stanchezza

Come discusso nel punto precedente, i reni producono EPO, e questo a sua volta stimola la produzione di globuli rossi, che sono responsabili del trasporto di ossigeno in tutto il corpo. Quando i nostri reni funzionano male e non siamo in grado di produrre tutta l'EPO necessaria, non avremo abbastanza globuli rossi e con questo il nostro organismo non avrà abbastanza ossigeno. Possiamo provare affaticamento e stanchezza.

3. Acne, sfoghi cutanei ed eruzioni allergiche

Quando abbiamo tossine in eccesso nel corpo e non riusciamo ad eliminarle attraverso l'urina a causa del malfunzionamento dei reni, possiamo soffrire di affezioni della pelle. Un carico altamente tossico sul nostro corpo lo indurrà, in qualche modo, a cercare di eliminarlo. Un modo sarà attraverso reazioni cutanee come l'acne e sfoghi.

4.Prurito cutaneo

Una delle principali funzioni dei reni è l'escrezione dei rifiuti dal corpo attraverso l'urina. Quando i reni si ammalano, è normale che possano non svolgere bene il loro compito, e nel nostro corpo potrebbero accumularsi tossine e sostanze di scarto che dovrebbero essere filtrate dal sangue ed eliminate attraverso l'urina. Questa alta concentrazione può causare prurito cutaneo.

5. Alitosi

L'accumulo di sostanze usa e getta da parte del corpo quando i reni non funzionano bene può causare l'alitosi. L'alta concentrazione di minerali può farci sentire un sapore metallico in bocca e l'alito saprà di ammoniaca.

6. Infiammazione di alcune parti del corpo

Come accennato prima, quando i reni si ammalano non sono in grado di eliminare l'urina nella sua composizione abituale, il ché fa sì che quella parte di liquido che dovremmo espellere rimane invece all'interno del nostro organismo. Di conseguenza, potremmo avere un accumulo in alcune aree del corpo, specialmente nei piedi.

7. Dolore alla schiena, specialmente nella zona lombare

Quando abbiamo reni malati questi possono farci avere contratture muscolari, rigidità e ipermobilità. Generalmente questi sintomi sono associati ad altri, come bruciore o dolore durante la minzione. Anche se sembrano essere lievi, è necessario evitare questi dolori e contratture a lungo tempo, in quanto possono anche influenzare il nervo sciatico e causare ernie.

8. Cambiamenti nell'urina

Uno dei sintomi più facili e veloci da rilevare è il cambiamento nelle urine. Può essere il colore, l'odore, la frequenza della minzione e possiamo persino rilevare tracce di sangue nelle urine. Tuttavia, la cosa più importante per essere in grado di identificare questo sintomo è avere una profonda conoscenza dei giusti parametri della nostra urina, e quindi stabilire dei confronti.

Come puoi vedere, molti di questi segni possono anche essere il riflesso di altre malattie, motivo per cui a volte non vengono presi in considerazione. È importante iniziare a prestare attenzione e, soprattutto, farsi assistere da uno specialista se si presentano uno o più sintomi.

Fonte: Mejor con Salud, Cuídate Plus


Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell'articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall'utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.