Pulisci la spazzola per i capelli con questi semplici trucchi

Le spazzole e i pettini accumulano molti residui quando non li pulisci con una certa regolarità. Generalmente si parla della pulizia dei pennelli per il trucco, ma non di questi strumenti di uso quotidiano che permettono di esibire capigliature impeccabili.

Tra questi residui si accumulano oli e altri avanzi dei prodotti usati e delle secrezioni del corpo, oltre che acari. Tutto questo crea la situazione ideale per lo sviluppo di lieviti e batteri che faciliteranno le infezioni del cuoio capelluto.

Nessuno vuole correre il rischio che i capelli possano indebolirsi a causa di funghi, forfora e altre affezioni del cuoio capelluto.

Il nostro sogno è di avere capelli lunghi, senza grovigli e sani e per ottenere una bella chioma bisogna imparare a pulire correttamente spazzole e pettini.

Per una pulizia di base

Dovrai rimuovere con le dita i capelli che si accumulano tra i denti: puoi farlo settimanalmente, ma la pulizia completa andrà effettuata all'incirca ogni mese, a seconda del materiale della spazzola.

Quando effettuerai questa pulizia, dovrai verificare che non restino capelli. Se ne rimane uno "attaccato", usa uno stuzzicadenti per rimuoverlo.

Se si tratta di spazzole di plastica, potrai lavarle ogni mese. Il detersivo deve essere delicato come uno shampoo e dovrai usare acqua tiepida per far sciogliere meglio gli oli. Se la spazzola non è molto sporca non c'è bisogno di immergerla perché si rischia di danneggiarla: si può usare un vecchio spazzolino da denti e strofinare delicatamente tra i denti per evitare di romperli. Non vanno scordati i bordi, perché anche questi entrano in contatto con i capelli e tendono a trattenere residui.

Risciacquare è semplice: basta mettere il pettine o la spazzola sotto il rubinetto finché l'acqua non tornerà limpida. Per asciugarli, l'ideale è lasciarli all'aria aperta. Se hai fretta, puoi usare un panno morbido o un foglio di carta assorbente.

Ma se vuoi mantenere meglio i tuoi strumenti di bellezza, devi tenere in considerazione i materiali della spazzola:

1. Se si tratta di una spazzola piatta, devi fare attenzione all'umidità, non dovrai immergerla e dovrai lavarla ogni due mesi.

2. Se la spazzola è di legno, non dovrai lavarla con molta acqua, dato che il legno potrebbe marcire. Ricorri ad un lavaggio rapido che non comporti un accumulo di umidità.

Per pulizie profonde

Se non hai mai lavato la tua spazzola o la tua routine include molti prodotti cosmetici per i capelli, devi pulire la spazzola a fondo per disinfettarla ed evitare infezioni.

Se si tratta di una spazzola o pettine di plastica, avrai il vantaggio di poter usare sia alcol che aceto di mele. Riempi una tazza e metti in ammollo il pettine o la spazzola per 10-20 minuti, poi risciacqua con acqua. Vedrai andarsene tutto lo sporco.

Ma se il manico è delicato, dovrai immergere soltanto la testa del pettine o della spazzola, sempre con lo stesso procedimento. Per il manico, usa un fazzoletto con un po' di alcol.

Se spazzola o pettine sono di legno, non devi immergerli: puoi usare un fazzoletto con una piccola quantità di alcol per pulire i bordi e il manico e poi con uno stuzzicadenti e lo stesso fazzoletto puoi pulire tra i denti.

Le spazzole piatte e quelle rivestite richiedono maggiore attenzione, dato che sotto lo strato di gomma trattengono umidità e questo potrebbe provocare funghi se non vengono adeguatamente pulite. Non immergerle, puliscile tra i denti come quelle di legno e usa acqua e sapone per il manico. Vedrai che non ci saranno problemi.

Le spazzole pulite eviteranno cattivi odori e torneranno ad adempiere il loro compito di districare i capelli e stimolarne la crescita. Una spazzola sporca accumula unto che può complicare il districamento.

Un pettine o una spazzola puliti saranno un bel riflesso dell'igiene e della cura che ti caratterizzano, dato che sono tra gli strumenti di bellezza che vengono usati più frequentemente.

Fonte: Goodhousekeeping, wikiHow


Questo materiale è offerto a puro titolo informativo. Alcuni dei prodotti e oggetti presentati in questo articolo possono provocare reazioni allergiche o nuocere alla salute. Prima dell’uso, consultare un tecnico/specialista certificato. Il comitato editoriale non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o altre conseguenze che possano derivare dall’uso di metodi, prodotti od oggetti presentati in questo articolo.