Due gemelle vendute nel 2001 per 8 mila euro compiono 18 anni. Questa ora è la loro vita

Kiara e Keyara Wecker avevano solo sei mesi quando furono vendute nel 2001 a Judith e Alan Kilshaw per la cifra di 8 mila dollari. Da allora sono passati diciotto anni e molti si chiedono che cosa sia successo a queste bambine che con la loro polemica storia paralizzarono l'Inghilterra. 

L'autorevole quotidiano The Sun ha rivelato in esclusiva le testimonianze della coppia che riuscì ad ottenere la custodia delle bambine. Anche se a prima vista la storia potrebbe sembrare molto felice, non è sempre stato tutto meraviglioso, dato che hanno dovuto affrontare varie battaglie legali prima di trovare la pace nella loro casa di Buckley, nel nord del Galles.

I signori Kilshaw costituiscono una famiglia di avvocati di successo che sentirono la necessità di pagare Tranda Wecker, madre biologica delle bambine, la cifra di ottomila dollari per ottenere la custodia delle sue figlie appena nate, dato che loro non potevano concepire figli in maniera naturale. 

Tranda sarà ricordata come una madre terribile che vide le figlie unicamente come mercanzie per garantirle benefici economici. Infatti, la donna prese la penosa decisione di vendere contemporaneamente le bambine ai Kilshaw e ad una coppia statunitense.

LEGGETE ANCHE: Una mamma esce inaspettatamente dal coma durato 23 giorni dopo aver tenuto il figlio neonato tra le braccia per la prima volta

Così, col passare del tempo, si scoprì che le gemelle erano state vendute per la prima volta ad una coppia di californiani per quattromila dollari. Infatti, prima di trasferirsi dai Kilshaw, le bambine avevano vissuto due mesi negli Stati Uniti. In seguito la madre biologica tolse le piccole alla coppia dopo che Alan e Judith le offrirono il doppio del denaro. 

Fu così che le due famiglie, che affermavano che le bambine erano loro, avviarono una battaglia legale. Le piccole, che i  Kilshaw chiamarono Belinda e Kimberley, furono riportate in Gran Bretagna con un visto turistico per poter preparare le carte per l'adozione. Ma i loro genitori californiani informarono l'FBI del reato dando inizio a una battaglia legale transatlantica. 

Dove si trovano ora?

Le bambine furono infine riportate negli Stati Uniti, dove furono affidate ad una nuova famiglia del Missouri. Pochi giorni fa, il Sun ha riportato che le ragazze, che ora hanno diciotto anni, hanno nuovi nomi e stanno studiando scienze sociali in un'università degli Stati Uniti. 

La madre adottiva ha raccontato al quotidiano che entrambe sono ragazze in gamba, cresciute in un ambiente molto sano, e che non ha niente da rimproverare alle sue amate figlie. Da parte sua, il padre adottivo, di settantadue anni, ha dichiarato quanto segue:

Sentivo che era mio dovere prendermi cura di loro. Le portarono direttamente dall'aeroporto a casa nostra e, da allora, non ci siamo più guardati indietro. L'unica volta che lo abbiamo fatto è stato per dare alle bambine l'opportunità di conoscere la madre biologica, ma loro non hanno voluto farlo e noi abbiamo rispettato la loro decisione. 

In conclusione, ci sono ancora persone che ricordano questo incredibile caso che tanto tempo fa commosse la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. Indipendentemente dalla famiglia con cui sono rimaste, la cosa più importante è che le ragazze ne abbiano trovata una che ha dato loro tutto l'amore di cui era capace. 

LEGGETE ANCHE: Novità parto cesareo: tre infermiere inventano un telo per facilitare il contatto tra madre e neonato

Raccommandiamo