Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in faccia

Famiglia e bambini

March 8, 2019 10:25 By Fabiosa

Secondo UNICEF Messico, nel Paese migliaia di bambini sono vittime di maltrattamenti fisici, psicologici o verbali. Ancora di più sono discriminati o abbandonati dai genitori.

Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in faccia271 EAK MOTO / Shutterstock.com

Purtroppo, molte di queste azioni sono tollerate dalla società, visto che in molti Paesi si vede con normalità tali condotte (Mettilo in castigo! Hai fatto bene a punirlo!) sui piccoli, alimentando un problema già di per sè notevole.

Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in facciaLopolo / Shutterstock.com

Di recente, è emerso un caso che le autorità hanno subito preso in considerazione con urgenza. Si è verificato in Carolina del Sud, Stati Uniti. Una mamma di 33 anni ha postato un video su Facebook in cui lancia dell'acqua sul viso della figlia di 9 mesi, mentre questa dorme.

LEGGETE ANCHE: A 38 anni sposa una donna di 64 e le paga la chirurgia plastica: ora lei è irriconoscibile e bellissima!

Nelle immagini si vede la donna compiere il gesto due volte, finché la piccola si sveglia tossendo. Gli internauti non hanno perso tempo, segnalando il video alle autorità della Contea di Sumter.

Perché?

Di conseguenza, la donna, Caitlin Alyse, è statat trascinata a processo a gennaio 2019, con le accuse di crudeltà verso minore. Le indagini sono terminate con la raccolta di prove che la inchiodavano, visto che la signora ha inferto alla sua piccola delle sofferenze non necessarie e dolorose.

Autorità della Contea di Sumter
DIETRO LE SBARRE
Caitlin Alyse Hardy
Capi d'accusa: Crudeltà su minori

Inoltre, su Facebook, gli utenti hanno condiviso migliaia di volte il volto della donna, accusandola della terribile azione. Lei aveva intitolato il video: "Vendetta per avermi svegliato varie volte durante la notte".

Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in facciapalidachan / Shutterstock.com

Per evitare tali situazioni incresciose, è importantissimo denunciare i responsabili e tutelare i diritti delle vittime, piccole o grandi che siano.

LEGGETE ANCHE: Folle gelosia? Irina Shayk crea tensioni tra Bradley Cooper e Lady Gaga agli Oscar

Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in facciaTomsickova Tatyana / Shutterstock.com

Prima di tutto, bisogna individuare i segnali che indicano che un bambino ha subìto danni fisici o verbali:

  • Bimbi depressi o leggermente aggressivi;
  • Bambini sempre soli in casa, o rinchiusi;
  • Malnutrizione o denutrizione;
  • Piccoli troppo magri o obesi;
  • Ragazzini eccessivamente silenziosi;
  • Continue liti in famiglia, urla;
  • Lesioni lievi sul corpo;
  • Difficoltà a camminare o sedersi;
  • Fobie.

Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in facciasiam.pukkato / Shutterstock.com

Dopo averli individuati, è necessario avvisare le autorità e fare denuncia. In più, potreste partecipare a programmi di formazione ed educazione mirati a prevenire tali scenari contro bambini ed adolescenti.

Mamma dietro le sbarre dopo essersi 'vendicata' della figlia neonata gettandole dell'acqua in facciaBrian A. Jackson / Shutterstock.com

Parlare di tali temi pubblicamente e creare spazi di cui i piccoli possano godere è un'altra forma di tutelarli ed evitare che subiscano ingiustizie gravi. Ognuno può dare il proprio prezioso contributo!

LEGGETE ANCHE: Occhio per occhio: come si vendicano i segni zodiacali dei torti subìti?