Questo papà ha baciato il suo bambino prematuro e il piccolo ha reagito nel miglior modo

FAMIGLIA E BAMBINI

Questo papà ha baciato il suo bambino prematuro e il piccolo ha reagito nel miglior modo immaginabile (Video)

Date June 2, 2018 00:50

Uno dei momenti più speciali per qualsiasi genitore è quello della nascita del proprio figlio, ma a volte questo evento tanto importante porta con sé preoccupazioni, paure e dubbi.

Syda Productions / Shutterstock.com

Quando il neonato è prematuro, le cure sono essenziali per assicurare la salute e la sopravvivenza del bambino, ma non solo da parte del team medico. Attualmente si è cominciato a dare maggiore importanza al ruolo dei genitori.

Sull'argomento il ricercatore Dr. Karel O'Brien ha detto:

L'attenzione rivolta alla famiglia, non solo al bambino, ha un effetto positivo sul benessere del bambino e della famiglia.

L'aumento di peso, l'allattamento e la riduzione dello stress e l'ansia dei genitori sono tutti associati ai risultati positivi dello sviluppo neurologico, il che suggerisce che l'inclusione dei genitori nella cura dei bambini in questa fase iniziale potrebbe avere benefici nel lungo periodo.

ChameleonsEye / Shutterstock.com

Perciò non deve sorprendere quanto è successo in un ospedale della Turchia, dove un padre ha tenuto tra le braccia il suo bambino nato prematuro e gli ha dato un piccolo bacio sulla fronte. Il piccino ha reagito a quel gesto d'amore con un altro che ha sciolto i cuori: un sorriso.

Una meravigliosa reazione al bacio del papà.

Il video, pubblicato qualche giorno fa, ha già raccolto più di 61 mila "mi piace" ed è stato condiviso più di 21 mila volte, anche se il dibattito non si è fatto attendere perché c'è chi assicura che non si tratta di un vero e proprio sorriso, ma di un semplice riflesso.

Rido / Shutterstock.com

Comunque sia, questo semplice gesto ha riempito di amore e speranza il cuore del papà di questo piccolo guerriero, che ci auguriamo si riprenda presto per poter andare a casa con i suoi amorevoli genitori.

Fonte: Köksal Akin / Twitter