Una tragedia silenziosa: un bambino di soli tre anni è morto senza alcuna spiegazione mentre stava dormendo

Un piccolo di tre anni è morto inaspettatamente mentre dormiva. Alcune settimane dopo, i medici hanno scoperto qualcosa di sconvolgente.

Due anni fa, un bambino di soli tre anni di nome Bryan Andrew si ammalò di varicella e molti pensarono che questa malattia gli sarebbe costata la vita. Ma, nonostante dolori al collo e un po' di prurito al corpo, Bryan fu dichiarato fuori pericolo.

Il giorno della sua morte, sua madre, Jasmine Shortland, lasciò Bryan e suo fratello Austin a casa della nonna. Non voleva che il loro fratellino Ivan, che era neonato, venisse contagiato dalla varicella.

Austin aveva già avuto la varicella e si era ripreso senza complicazioni, ragione per cui sua madre immaginò che Bryan sarebbe guarito senza problemi nel giro di qualche giorno. Tuttavia, il bambino perse la vita mentre dormiva e ora Jasmine vuole avvertire le altre madri e i genitori su ciò che può accadere.

In questo caso, la varicella diventò un vero incubo per Jasmine e il suo compagno, Josh, che vivevano felici godendosi la crescita dei loro tre figli. Ma, dopo quanto successo nel 2016, il mondo di questa famiglia andò in pezzi.

A metà del 2016, il piccolo di tre anni morì inaspettatamente. Anche se Bryan era ammalato di varicella, nessuno pensò che la sua vita avrebbe corso pericoli. Rimase soltanto un giorno a casa della nonna e da lì, purtroppo, non uscì più.

Il mattino seguente, la madre di Jasmine scoprì che Bryan non si svegliava. La nonna del bambino provò a svegliarlo diverse volte e, dopo averlo chiamato e scosso ripetutamente, si rese conto che qualcosa non andava.

Chiamò subito un'ambulanza e i paramedici arrivarono sul posto, ma era già troppo tardi. Bryan-Andrew fu dichiarato morto nel letto.

I genitori del piccolo di tre anni non riuscirono a credere alla notizia. Non trovavano alcuna spiegazione; il giorno prima stava bene e il giorno dopo, improvvisamente, non aprì più gli occhi.

"La sera prima stava correndo. Era felice. Rideva e scherzava. Semplicemente, non ha senso", disse Jasmine.

La madre ricorda chiaramente le ultime parole che le disse suo figlio. Prima che lo lasciasse a casa della nonna, Bryan le disse: "ti voglio bene, mamma". E così sarà ricordato, come un bambino affettuoso e pieno di energia.

Diverse settimane dopo la sua misteriosa morte, i medici fecero una scoperta inaspettata che sconvolse la famiglia del bambino.

Il piccolo Bryan aveva contratto una forma rara e aggressiva di setticemia da streptococco del gruppo A. Questo tipo di infezione può provocare avvelenamento del sangue (sepsi) e, di conseguenza, può portare alla morte.

I famigliari e i medici di Bryan si sono chiesti: "com'è possibile che abbia avuto la setticemia senza sintomi?". A quanto pare, la varicella nascose il malessere causato da questa infezione da streptococco.

"Non ebbe sintomi perché era così strano che avesse appena normali sintomi di orecchioni, non ebbe neppure uno sfogo, niente di ciò che si avrebbe normalmente", assicurò sua madre.

Il corpo di Bryan era tanto piccolo e fragile che non riuscì a combattere contro questa grave infezione che si diffuse rapidamente in tutti gli organi. L'unico conforto di Jasmine è il fatto che suo figlio non avvertì alcun dolore né sofferenza al momento della morte.

Fu un momento difficile nella vita di Jasmine e Josh, ma ancora non sapevano cosa li aspettava.

Dopo aver perso Bryan Andrew, questa madre ancora in lutto scoprì di essere alla decima settimana di gravidanza, ma Jasmine subì un aborto spontaneo a causa del grande stress.

"Non me ne accorsi finché non ebbi mal di pancia. Fu assolutamente orribile. Quasi persi la vita. Persi il 75% del sangue del mio corpo. Le infermiere dissero che quel giorno qualcuno aveva vegliato su di me ed io capii che era stato Bryan Andrew", disse la madre del piccolo Bryan.

Ebbe bisogno di tempo per risollevarsi il morale, ma ha ancora due preziosi motivi per andare avanti: i figli Austin e Ivan. Non passa giorno senza che Jasmine e Josh ricordino Bryan Andrew, che donò loro allegria per tre anni consecutivi.

Ora, Jasmine vuole aiutare a diffondere consapevolezza su questo pericolo sconosciuto della varicella e incoraggiare i genitori a stare più attenti quando i loro figli presentano questi disturbi.

Fonte: Historias com valor

Raccommandiamo