Melissa Blake derisa per essere "troppo brutta": risponde pubblicando ancora più foto

STILE DI VITA & COMMUNITY

Le hanno detto che era "troppo brutta" per scattarsi delle foto, ma lei ha risposto nel miglior modo possibile: continuando a farsi ancora selfie

Data 20 settembre 2019

Melissa Blake è una giornalista statunitense che gestisce un blog in cui parla di moda, stile, amore e arte. Nonostante i temi che tratta siano molto interessanti, alcuni internauti la criticano per il suo aspetto.

La donna soffre della sindrome di Freeman-Sheldon, quindi ha dei tratti somatici peculiari che hanno attirato le offese più brutali del web. Qualcuno l'ha paragonata ad un pesce palla, qualcun altro le ha consigliato di non scattarsi più dei selfie.

Dopo aver subito lo scherno delle persone per anni e anni, la 38enne è riuscita a costruirsi un'autostima di acciaio e di accettare il suo fisico. Così, è riuscita a rispondere alle critiche nel modo più geniale di sempre: scattandosi ancora più foto.

Melissa, però, non avrebbe mai immaginato che questa scelta l'avrebbe fatta diventare famosi sui social grazie alla sua risposta positiva e al suo coraggio.

Insomma, la giornalista è rimasta sorpresa dalla reazione positiva di molti utenti del web e d è passata da 7.000 followers a ben 50.000 nel giro di pochissimi giorni. Una crescita vertiginosa!

Contrastare i commenti negativi che si ricevono su internet richiede molta forza. Le persone come Melissa dimostrano di saper cogliere il lato positivo delle circostanze peggiori, volgerle a proprio favore e mettere a tacere chi trascorre la propria giornata insultando gli sconosciuti dietro ad uno schermo.

LEGGETE ANCHE: A 4 anni era già un genio e poi decide di diventare donna dopo una lunga crisi di identità: “Mi sentivo intrappolata”