Esiste una ragione ben precisa per la quale i reggiseni non dovrebbero mai essere conservati in un cassetto

Lo chiamano reggiseno, reggipetto, wonderbra, balconcino e con altri nomi ancora ma una cosa è certa: come si conservano ha a che vedere con aspetti importanti di igiene e salute.

Life morning /Shutterstock.com

Normalmente, quando cerchi un reggiseno nei cassetti di una donna, nella migliore delle ipotesi lo troverai piegato, oppure sgualcito in un angolo, senza ventilazione, e quasi sicuramente è stato usato parecchie volte. Questo è un grave errore.

Africa Studio / Shutterstock.com

Conservando i reggiseni in un luogo dove non ci sia aria, in fondo ai cassetti o tra i vestiti, stiamo permettendo ai batteri di accumularsi e proliferare al loro interno, quindi la prossima volta che verranno utilizzati, quei batteri si trasferiranno sul corpo, causando allergie e prurito della pelle. Inoltre, la maggior parte delle donne usa costantemente 2 reggiseni a rotazione perché magari sono i preferiti, ignorando gli altri e accumulando più batteri.

Invece, i reggiseni dovrebbero essere conservati in modo che rimangano freschi, senza piegarli, ma aperti, ancor meglio appesi, in luoghi dove possano avere luce e aria. Si consiglia inoltre di utilizzare tutti i reggiseni che una donna ha a disposizione nella sua collezione a rotazione, non dimenticando di lavarli dopo almeno due utilizzi. 

Infine è importante assicurarsi di avere abbastanza spazio per conservare altri reggiseni prima di fare nuovi acquisti in modo da essere certa di farne buon uso in modo costante. 

Fonte: Mirror