La foto che ha aiutato una ragazza di 17 anni a scoprire di essere stata rapita in ospedale da piccola

VITA REALE

La foto che ha aiutato una ragazza di 17 anni a scoprire di essere stata rapita in ospedale da piccola

Date November 4, 2019 20:18

Pochi potrebbero pensare che si riesca a taccheggiare un neonato in ospedale come se si fosse al mercato, eppure una donna, Lavona Solomon, è riuscita a farlo e ad uscirne con una bambina senza essere scoperta per 17 anni, dopo che nell'aprile del 1997 l'aveva rapita da un ospedale di Città del Capo, in Sudafrica.

La foto che ha aiutato una ragazza di 17 anni a scoprire di essere stata rapita in ospedale da piccolaTatiana Katsai / Shutterstock.com

Il selfie che ha cambiato delle vite.

Il destino, però, ha riservato a Lavona una brutta sorpresa, quando la sua unica figlia, che ha chiamato Miché, ha incontrato a scuola un'amica molto speciale. Entrambe hanno avvertito un legame molto forte e sono diventate immediatamente amiche, così si sono scattate una foto che ha scatenato un putiferio.

L'amica di Miché, Cassidy Nurse, ha mostrato ai genitori la foto con la sua nuova amica e questi l'hanno immediatamente riconosciuta. Hanno domandato a Miché la sua data di nascita e, quando la giovane ha dichiarato di essere nata nell'aprile del 1997, molti pezzi del puzzle hanno cominciato ad andare al loro posto.

La foto che ha rivelato che sono stata rapita quando ero piccola.

Qualche giorno dopo, gli assistenti sociali si sono presentati alla scuola delle ragazze e hanno spiegato a Miché che 17 anni prima avevano rapito una bambina di nome Zephany Nurse e sospettavano che potesse essere lei. Senza sapere ciò che stava per succedere e sicura dell'amore dei suoi genitori, Miché ha accettato di sottoporsi alla prova del DNA con Cassidy.

Credevo così tanto alla madre che mi aveva allevata, ero così convinta che non mi avesse mai mentito, soprattutto su chi sono e da dove vengo, che pensavo che la prova del DNA sarebbe stata negativa.

Una verità devastante.

Quando ha ottenuto i risultati del laboratorio, Miché ha avuto la prova di essere davvero Zephany e che Cassidy era sua sorella e i genitori di Cassidy, Celeste e Morne, erano in realtà i suoi genitori biologici. La notizia l'ha colta di sorpresa, soprattutto dopo che hanno arrestato la donna che per tutta la vita aveva finto di essere sua madre.

Per fortuna di Miché, ha avuto l'opportunità di restare con suo padre, che non aveva partecipato al rapimento e che, in realtà, per tutta la vita si era comportato come tale e, anche se all'inizio non si è sentita a suo agio con la sua famiglia biologica, ha avuto l'occasione di convivere con loro a poco a poco, soprattutto con le sue sorelle.

Lavona è stata arrestata e, nonostante abbia ingannato la "figlia", Miché è riuscita a perdonarla; grazie a questo, attualmente vive una vita tranquilla e piena ed è diventata senza dubbio un'icona sui social network per la sua drammatica storia. Tu, al suo posto, come ti sentiresti?